Quando finirà la telenovela in curva Groppello?

14.01.2020 14:00 di Redazione Tuttoveneziasport   Vedi letture
Quando finirà la telenovela in curva Groppello?

Con la pubblicazione online dei verbali sui fatti post Brescia sulla pagina ufficiale della curva sud VeneziaMestre é andata in onda l'ultima puntata della faida interna al settore più caldo del tifo arancioneroverde.
Le foto allegate sono state la risposta ufficiale al lungo comunicato divulgato dal gruppo unonoveottosette qualche giorno fa, ovvero un dettagliato resoconto sulla versione dei fatti da parte degli ultras più recenti della curva Groppello. 
Leggendolo i meno informati sui fatti hanno potuto farsi un'idea sui motivi che hanno portato alla divisione del gruppo storico, su come si siano svolte le prime "trattative" nella riorganizzazione del tifo unionista , ma soprattutto conoscere il punto di vista degli 1987 riguardo agli eventi del Taliercio, sulle conseguenze legali e sulle implicazioni morali di un gruppo ultras. Hanno ammesso che uno dei loro membri ha"tradito" quel codice non scritto che vieta di collaborare con le forze dell'ordine per vicende legate a scontri in ambito ultrá.  Hanno altresí dichiarato di aver informato immediatamente il gruppo rivale della cosa e di aver espulso il responsabile della cosiddetta onta. Hanno inoltre voluto ribattere con fermezza negando che ci fossero altre voci libere riguardo a quella serata, rimandando al mittente le dicerie che giravano in città da diversi mesi. Il comunicato si concludeva aprendo in qualche modo le porte ad una pacificazione interna alla sud, ma con la prerogativa che il capo del gruppo adiacente si facesse definitivamente da parte, essendo ritenuto dagli unonoveottosette il vero grande problema del tifo arancioneroverde, colui che secondo la loro versione avrebbe, insieme alle persone a lui più vicine, monopolizzato la curva in modo dittatoriale ed a loro dire spesso violento. Un uomo che al momento si trova forzatamente allontanato dagli eventi sportivi per molti anni ed al quale é stata affibbiata una pena piuttosto pesante per diversi eventi, inclusi proprio i fatti post Brescia.


Come dicevamo, la replica della curva sud VeneziaMestre é stata affidata direttamente ai verbali,  secondo i quali, a loro parere, starebbe la chiave e la prova evidente per la quale non si possa giungere ad un accordo tra le due fazioni,  in quanto più di una persona avrebbe testimoniato, negando di fatto la versione degli 1987.  Da quanto si é potuto leggere ed al netto delle dovute omissioni di nominativi, sembrerebbe che solamente una persona avesse elencato con dovizia nomi propri e dettagli sugli eventi, mentre le altre tre fonti citate parlano di "probabile vendetta della curva sud dopo Brescia", fatto di per sé abbastanza conosciuto dagli indagatori che infatti avevano fatto partire le indagini d’ufficio e già indirizzate verso i probabili artefici (anche aiutati dalle dichiarazioni social di alcuni di essi) ed uno di loro rinomina quel “kaos” in seguito ad una domanda riguardo un  messaggio audio che era circolato nei giorni successivi alla resa dei conti. In ogni caso bisognerebbe capire se anche questi tre elementi siano stati ritenuti inidonei dal gruppo unonoveottosette ed allontanati dalle gradinate e se la cosa abbia o meno un peso.


Appare quindi chiaro come la verità stia probabilmente nel mezzo mentre entrambe le fazioni preferiscono arroccarsi dietro le loro relative posizioni, ma da osservatori esterni innamorati di quel sogno unionista che difendiamo da più di trent'anni, ci sembra che possano sussistere degli elementi per ritrovare quella serenità di cui l'ambiente ha più che mai bisogno. Al fine di ritrovare un entusiasmo per questa maglia, per ricominciare a crescere come tifoseria, per riabilitare il nome di una curva intera davanti al paese, mi chiedo se sia possibile mettere un freno alle continue provocazioni, spesso infantili, da una parte e dall'altra, trovare le parole ed i gesti per perdonare un anno e mezzo di rancori e battaglie, per riscoprire che dietro quella rete siamo tutti fratelli, e che tutti insieme difenderemo il VeneziaMestre portando con orgoglio i nostri colori in giro per il paese. Avanti unione, avanti curva sud, avanti 1987!