Inzaghi, conferenza: "Sono stato messo nelle condizioni per poter andare lontano, ma servirà un Benevento al massimo"

28.11.2019 20:34 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Fonte: www.corrieredellosport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Inzaghi, conferenza: "Sono stato messo nelle condizioni per poter andare lontano, ma servirà un Benevento al massimo"

Il tecnico del Benevento Filippo Inzaghi ha parlato in conferenza stampa della sfida contro la sua ex squadra, il Venezia, ora allenata da Dionisi: "Entrare in campo al Penzo da avversario sarà strano, la società e i tifosi mi hanno dato tantissimo. Ritroverò pochi giocatori, Modolo è il capitano ed è un ragazzo straordinario, poi ci sono Suciu e Zigoni. Aggiungo per fortuna, perché sarebbe stato difficile rivederli tutti insieme. Non ci saranno Alessandro Servi il team manager e il magazziniere Fiorotto, per il resto ritrovo tanti amici e vivrò una grande emozione. Finiti questi novanta minuti, torneremo tifosi uno dell’altro: abbiamo fatto qualcosa di indimenticabile tutti insieme".

Il discorso si sposta sulla partita: "Se saremo il solito Benevento, non ce n’è per nessuno, ma se non saremo al massimo, possiamo perdere contro chiunque. Il Venezia a Empoli ha dominato ed è una squadra veramente interessante. Noi in casa abbiamo fatto qualcosa di non normale, siamo umani e non possiamo sempre vincere, in trasferta. Per noi quello di Venezia sarà un ulteriore banco di prova. So come funziona il calcio: se vinci sei bello e gli occhi azzurri, se perdi sei brutto e non capisci nulla. Quando abbiamo pareggiato a Pordenone qualcuno ha storto il naso e invece come si sta vedendo portare via punti a Udine non sarà facile per nessuno. In trasferta dobbiamo fare sicuramente di più e dobbiamo cominciare da Venezia. Lavorando come stiamo facendo, come ho fatto al Venezia, di solito i risultati arrivano. Ringrazio la società e il presidente Vigorito, finora sono stato messo nelle condizioni di andare lontano e di ottenere grandi risultati”.