L'avversario: la Salernitana

18.10.2019 13:25 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
L'avversario: la Salernitana

Dopo la pausa dovuta alle nazionali riparte il campionato di Serie B con l’ottava giornata. Il Venezia di Dionisi, sabato pomeriggio alle ore 15, dovrà vedersela tra le mura amiche del Penzo con la Salernitana di Gian Piero Ventura. Tanti i temi e gli intrecci curiosi tra le due squadre. Non più tardi di qualche mese, precisamente a giugno, si giocavano i playout che valevano la salvezza.
Parlando invece dei giocatori, Riccardo Bocalon è il grande ex della sfida. Nato a Venezia nelle ultime due stagioni ha giocato in quel di Salerno, per poi nello scorso mercato invernale coronare il sogno di tornare a giocare a Sant’Elena. Ma anche l’ex CT della nazionale azzurra Ventura è stato allenatore del Venezia a metà anni ‘90.
Tornando all’attualità, entrambe le squadre vengono da due pareggi per 1-1: i veneti fuori casa con il Cosenza e i campani in casa con il Frosinone. La Salernitana sta disputando un ottimo campionato è seconda in classifica con 14 punti (frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta) insieme ad Empoli, Perugia e Crotone ad un punto dalla capolista Benevento, peraltro proprio gli uomini di Pippo Inzaghi sono gli unici ad aver fermato, nel derby all’Arechi, i granata.
Per quanto concerne il modulo Ventura si affida al solito (3-5-2) con Alessandro Micai tra i pali; la difesa a tre, rimane la solita, composta dal cipriota Karo, Miglorini e l’ex Chievo il polacco Jaroszynski. Sulle fasce: mancando Cicerelli giocherà Firenze (altro ex per pochi mesi) a occuparsi della corsia di destra, a sinistra l’espertissimo uruguaiano Lopez. Il centrocampo con Maistro e Odjer in ballottaggio per la maglia di titolare nel ruolo di mezzala destra; Di Tacchio è l’inamovibile perno centrale e il belga, di proprietà Lazio, Kiyine a fare l’interno di sinistra sfruttando al sua capacità d’inserimento e l’abilità in zona gol (il giocatore di origini turche ed ex Chievo è il miglior realizzatore della squadra con 3 reti). Davanti ci saranno Giannetti e il gigante bosniaco Milan Djuric. In panchina Ventura ha recuperato sia Jallow che Lombardi (pure lui un ex) ed avrà a disposizione i giovani centrocampisti Dziczek, Kalombo e Morrone oltre al difensore Pinto. Ci saranno alcune assenze importanti -il già citato Cicerelli- mancheranno il centrocampista ivoriano Akpa Akpro, i difensori Billong e Heurtaux ed Alessio Cerci.