Vrioni: "Bazzani aiuterà molto noi attaccanti, il nuovo inizio è stato promettente"

14.03.2019 19:51 di Davide Marchiol  articolo letto 47 volte
Fonte: www.veneziafc.it
Vrioni: "Bazzani aiuterà molto noi attaccanti, il nuovo inizio è stato promettente"

Contro la Cremonese Riccardo Bocalon dovrà scontare un turno di squalifica, mentre Alessandro Rossi è ancora alle prese con un problema alla caviglia. Probabile, allora, che domenica pomeriggio tocchi a Giacomo Vrioni guidare l’attacco arancioneroverde nello scontro salvezza del Penzo.

L’ex attaccante della Sampdoria, alla sua prima esperienza in Serie BKT, nel caso in cui mister Cosmi decida di consegnargli una maglia da titolare avrà l’occasione per prendersi la scena, candidandosi così per un ruolo importante in questo finale di stagione:

Spero di giocare, ma come sempre rispetterò le scelte dell’allenatore. Io comunque mi sto allenando bene, cercando di apprendere i consigli del mister. Cosmi sta lavorando molto sull’aspetto caratteriale, provando a trasmetterci la rabbia e la determinazione che servono in queste ultime giornate. L’inizio è stato promettente, abbiamo giocato una grande gara contro un avversario forte che sta lottando per la Serie A, per cui il morale all’interno del gruppo è alto.

Nello staff di Serse Cosmi c’è un ex giocatore arancioneroverde, ovvero quel Fabio Bazzani che in laguna ha scritto pagine importanti della storia di questo club.

Per noi attaccanti avere un riferimento come Bazzani è fondamentale. Quando ho saputo che sarebbe diventato l’allenatore in seconda sono subito andato a vedermi i suoi gol. Si tratta di un giocatore che in Serie A ha segnato molte reti, aiutando sia il Venezia FC che la Sampdoria a tornare in massima serie. Sono sicuro ci darà una grossa mano e sono certo mi aiuterà molto a migliorare.

In settimana è anche arrivata la chiamata della Nazionale Under 21 albanese, segno di come il forte attaccante lagunare stia crescendo molto:

Saranno due match validi per le Qualificazioni ai prossimi Europei Under 21, quindi vogliamo fare bene. Sappiamo che sarà dura, ma puntiamo a raccogliere il massimo sia contro l’Andorra che contro la Turchia. Ovviamente sono molto contento, indossare la maglia del proprio paese è sempre motivo di orgoglio.