Benevento, Bucchi: "Il Venezia ha buone geometrie, noi dobbiamo muovere velocemente la palla, ma senza frenesia"

03.02.2019 09:00 di Davide Marchiol  articolo letto 28 volte
Fonte: www.beneventocalcio.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Benevento, Bucchi: "Il Venezia ha buone geometrie, noi dobbiamo muovere velocemente la palla, ma senza frenesia"

Cristian Bucchi ha analizzato la gara di domani contro il Venezia e non solo, nella sua consueta conferenza pre gara:

"Non credo ci saranno contraccolpi dopo il calciomercato. Finalmente è finito e possiamo lavorare con una rosa be definita.
Costa è un ragazzo positivo anche nel gruppo, non si è mai tirato indietro e questa cosa a me piace.
Ricci non è stato messo sul mercato da noi, in questo momento è stato anche penalizzato dalle mie scelte e non possiamo addossargli tante colpe.
Billong forse ha pensato che avrebbe potuto avere meno spazio nel girone di ritorno ed ha preferito andare in una squadra che forse gli ha garantito questa opportunità. Ci siamo separati con serenità e resta ancora un patrimonio di questa Società.
Tra i ragazzi usciti a farsi le ossa, è mancata l'uscita di Volpicelli che continuerà a lavorare con noi come Cy Goddard che sta provando a mettere su una struttura fisica più importante e adeguata ad un campionato difficile come quello italiano.
Le altre compagini di Serie B, alcune si sono rinforzate e contribuiranno a livellare ancora di più questo campionato come il Venezia, il Cosenza e il Padova. Ogni partita sarà estremamente difficile e di queso dobbimo metterci l'anima in pace.
Ci attendono 17 finali da affrontare con un organico completo, avendo tante soluzioni a disposizione. Non dobbiamo mai perdere atteggiamento e solidilità a cominciare da domani contro il Venezia. Contro di noi credo che faranno una partita come quella col Padova, vengono da tre risultati utili, hanno buone geometrie e sarà una gara dura, tosta. Dovremo muovere velocemente palla, trovare gli spazi senza farci prendere dalla foga. Fare, insomma, quanto messo in mostra nell’ultimo mese e mezzo".