Le pagelle di Perugia-Venezia, Dionisi si salva, per ora

29.12.2019 17:49 di Andrea Iannazzo   Vedi letture
Le pagelle di Perugia-Venezia, Dionisi si salva, per ora

Si chiude con una vittoria l'anno solare del nostro Venezia, una squadra brutta ma finalmente compatta, attenta (più o meno), fortunata e cinica, ed è così che porta a casa la vittoria con l'unico tiro in porta lagunare. Finalmente la squadra inizia con un piglio diverso e questo fa tutta la differenza del mondo sul risultato, si inizia con autorevolezza, giro palla, alti e finalmente non completamente schiacciati creando consapevolezza in sè stessi. Una partita che finisce in tragedia per il Perugia che chiude in 9, una squadra nervosa e molto fallosa oggi, che non riesce a costruire nulla se non per giocate dei singoli, Melchiorri su tutti. Per ora Dionisi si salva, ma solo per ora, perché dal punto di vista del gioco non è cambiato nulla rispetto alle scorse partite, è cambiato solo il risultato e la formazione, abbastanza sorprendente. Prendiamoci comunque sti 3 punti e pensiamo all'anno che verrà, ora la sosta per riflettere e ci sarà anche il tempo per cambiare, preparare la partita in pochi giorni non era sicuramente facile, ecco le pagelle.

Lezzerini 6: Non viene mai impegnato seriamente, lancia due preghiere sui due tantativi di Melchiorri che vengono ascoltate dal buon Dio. Prima il pallone finisce infatti sul palo, poi tutto solo ancora Melchiorri sbaglia di testa mandando di poco a lato, è andata bene.
Casale 5,5: Nessuna sbavatura rilevante se non qualche retropassaggio che non aiuta i deboli di cuore e la mancata marcatura sul Melchiorri nel finale, di testa.
Modolo 5,5:  Nelle due occasioni perugine più pericolose c'è il suo zampino, prima cicca il pallone che filtra per Melchiorri, il quale tirerà sul palo. Poi si perde la marcatura nel finale sempre sullo stesso giocatore, insieme al suo compagno di difesa.
Lakicevic 6: Si gioca spesso sulla sua fascia ma se la cava, soprattutto in difesa, con i piedi non ci siamo ancora però.
Ceccaroni 5,5: La sua solita partita, in fase di spinta non riesce a dare lo stesso apporto di Lakicevic, è bravo a murare nel finale il tiro di Buonaiuto.
Caligara 6: Tanti errori soprattutto all'inizio ma giocando raramente appare normale che sia così, l'impegno c'è e la corsa anche, possiamo dargli il merito della prima espulsione perugina visto che lui di tirarsi indietro non ci pensa minimamente, coraggioso (dal 73' Suciu: SV).
Maleh 6: Ci prova dalla distanza in seguito ad una bella manovra avvolgente veneta, il suo tiro viene però deviato, bravo a provarci sempre,prima o poi entrerà ( dall'82' Cremonesi: SV).
Fiordilino 7: All'inizio si addormenta lasciando palla a Iemmello che lo grazia con un tiro bruttino e deviato. Si prende però le chiavi del centrocampo lagunare, ogni pallone passa dai suoi piedi, partita di autorevolezza la sua. Bravissimo sulla punizione del vantaggio.
Capello 7: Il goal della vittoria è tutto merito suo, lo schema va in porto e lui si trova esattamente dove dev'essere mettendo un cross teso e preciso per Montalto che deve solo spingere in porta.
Montalto 6,5: Bravo ad inserirsi con i tempi giusti, il goal è facilissimo ma bisogna trovarsi lì al posto giusto e appunto al momento giusto ( dal 74' Senesi: SV).
Bocalon 5: Non riesce mai a pungere, servito poco, non riesce quasi mai a farsi vedere.