Dentro il campo: Sassari cade di nuovo

11.11.2019 12:48 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
Dentro il campo: Sassari cade di nuovo

Per i campioni d’Italia non era semplice uscire in modo cosi positivo e convincente da 4 partite con avversari di livello e valore assoluto. La vittoria a Vilnius con una squadra come il Rytas, la sconfitta solo nel finale in un campo difficile come quello di Brindisi contro la seconda in classifica in LBA, l’impresa storica di Belgrado con il Partizan che è squadra da Eurolega giocando una pallacanestro celestiale e la vittoria a fil di sirena con Sassari. Ieri sera la truppa di Walter De Raffaele ha dimostrato una volta ancora di che spessore è fatta. Un’ impresa come quella della Stark Arena di Belgardo ti sfinisce. Ieri battere la Dinamo con Daye e Bramos che tirano 3/26 dal campo non era semplice. Eppure gli orogranata hanno messo tanta mentalità, grande personalità e capacità di continuare a difendere senza mai fare canestro dominando i sardi ai rimbalzi (47-35). Spesso si ha la sensazione che qui a Venezia sia tutto dovuto, nel senso che la Reyer sia obbligata a vincere tutte le partite dimenticando sistematicamente che ci sono avversari forti e preparati. Probabilmente non è bastato vincere due scudetti in tre anni e un trofeo europeo. E allora aspettiamo la vittoria in Eurocup, per poi accedere in Eurolega; la vittoria delle Final Eight di Pesaro e il terzo scudetto in finale con Milano. Se tutto ciò non dovesse avvenire sarebbe l’ennesima stagione negativa.