Dionisi, conferenza: "Col Frosinone il gruppo ha fatto meglio dei singoli. Non pensiamo ai pali presi e agli errori degli arbitri"

14.02.2020 19:39 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Dionisi, conferenza: "Col Frosinone il gruppo ha fatto meglio dei singoli. Non pensiamo ai pali presi e agli errori degli arbitri"

Queste le parole di mister Dionisi in conferenza stampa.

Il cambio di presidente annunciato ieri modifica qualcosa? "Per noi cambia poco, sono dinamiche societarie. Noi lo sapevamo prima, ci tratta come una famiglia, ci ha portato a cena e ce lo ha comunicato. Per noi però realmente come squadra cambia poco perchè cambiano i ruoli, ma non ci sono traumi o cambiamento. Lo ringrazio per le belle parole e spero di ripagarlo sul campo, sicuramente in classifica non siamo dove meriteremmo, vogliamo di più, ma dobbiamo dimostrare sul campo che presidente e direttore non sbagliano a darmi fiducia"

Qualcuno out? "Fiordaliso è ancora un po' acciaccato, è della partita, ma non è stato benissimo. Per il resto tutti disponibili a parte i lungodegenti"

Maleh è finito fuori dopo una buona prestazione: "Maleh non ha giocato l'ultima perchè volevo provare altri, ma lui sta facendo molto bene, daremo continuità e sicuramente lui può partire dall'inizio. Domani dovremo fare benissimo visto che molto bene non basta, dare continuità migliorandoci e questo passa dal volerlo a tutti i costi".

Contro le squadre chiuse fate più fatica, problema psicologico o tattico? "Non è un problema psicologico e non è un problema di campo. Le squadre avversarie ci sta che fuori casa si chiudano e vuol dire che abbiamo valori importanti, anche il Frosinone ha vinto in ripartenza. Difficile scardinare difese così chiuse. L'Entella è molto brava a giocare sugli errori degli avversari, dovremo fare attenzione, è difficile per tutti giocare contro squadre che si chiudono e ripartono. Col Frosinone non siamo stati bravi a sfruttare le occasioni che abbiamo avuto per fare male e in questo dobbiamo continuare a migliorare"

L'avversario: "La Virtus Entella si è rinforzata, ha messo altri giocatori di valore. Mi aspetto una squadra intensa. che andrà su tutte le seconde palle. De Luca, Schenetti, tanti altri che adesso non ho nominato, hanno valorti importanti e sono una squadra temibile".

Se è vero che contro il Frosinone è mancato un rigore è anche vero che Lakicevic commette un errore che non dovrebbe commettere: "Il rigore cambia tanto, è giusto che non se ne parli, ma se io ho il rigore, loro restano in dieci e posso vincere la partita, così invece nell'ultima mezz'ora siamo rimasti in parità numerica e hanno vinto loro. Non se ne deve parlare, ma apprezzerei che se io mi sforzo di non parlare degli arbitri allora non lo facesse nessuno. Perchè altrimenti appena si può poi si torna su quello. Chiaramente l'errore di un giocatore succede, può determinare la partita, e allo stesso modo l'errore dell'arbitro capita e condiziona le partite. Secondo me noi abbiamo fatto una buona partita, abbiamo preso gol su un errore nostro, non siamo stati bravi su alcuni errori loro, però Ariaudo prende la palla con la mano, era già ammonito, era espulsione e rigore. Ne ho parlato perchè me lo hanno chiesto, non mi piace andare a rivedere le immagini e aggrapparmi a quello, cerco di vedere le partite dalla posizione del tifoso. La partita non è stata molto positiva, ma neanche così negativa, c'è stato un errore dell'arbitro, dobbiamo dimenticarcelo, anche se io come allenatore non posso dimenticare che una partita in cui abbiamo fornito una prestazione positiva è stata condizionata da un errore del genere. Lakicevic non lo facevo giocare per un motivo, poi da quando è entrato ha fatto tante cose positive e anche nella partita di sabato, se la giudico da allenatore, ha fatto una buona partita, è chiaro che su un suo errore abbiamo perso. Ivan quell'errore lo commette anche in allenamento, deve sicuramente migliorare, ma nell'arco dei novanta minuti c'è anche altro. Forse abbiamo fatto una prestazione più positiva come gruppo che come individualità. Tante partite vengono condizionate dagli episodi. L'arbitro può sbagliare, non mi piace se l'atteggiamento non è equilibrato, ma può sbagliare, purtroppo ha sbagliato, ma non dobbiamo pensarci a queste cose, così come non dobbiamo pensare ai pali presi".