Frosinone-Venezia, un punto d'oro per gli ultimi 10 minuti, 3 punti persi per il resto della partita

21.09.2019 08:00 di Andrea Iannazzo   Vedi letture
Frosinone-Venezia, un punto d'oro per gli ultimi 10 minuti, 3 punti persi per il resto della partita

Si dice che sia un bel Venezia in questa prima parte di campionato e anche oggi i ragazzi di Dionisi lo hanno dimostrato. Non a caso i passi falsi sono arrivati contro la Cremonese con una punizione miracolosa di Castagnetti e l'altro è arrivato con il Chievo, giocando in 10 per tutta la partita. Ieri sera invece il match è stato gestito bene.

C'era scetticismo per la scelta di Capello sulla trequarti, ma evidentemente mister Dionisi non è uno che cambia molto spesso, soprattutto il modulo e la scelta ha pagato. È infatti lui a inserirsi bene dopo che Bocalon aveva ben allargato gli spazi. Il primo tempo è scialbo, il Venezia infatti tiene alto il baricentro non concedendo occasioni al Frosinone e questo fa sì che le squadre si neutralizzino.

Nel secondo tempo, molto più vivace, anche con un ritmo spezzato dai tanti falli, è un'episodio ad accendere la miccia: il goal di Capello. Il Venezia non sembra avere troppa paura di vincere, però mostra ancora una volta le sue lacune nel gioco aereo. Dopo che lo stesso Capello spazza bene un cross, ne arriva subito un altro in cui nessuno interviene se non Capuano per l'1-1 e per la furia di Lezzerini, che si scaglia contro il marcatore dell'avversario, reo di esserselo perso. Frustrante prendere ogni volta goal così. Gli arancioneroverdi non si fanno deprimere e cercano di rimanere alti, fino a quando Felicioli esce.

Fortuna e gran voglia di portare a casa il risultato sono dalla parte dei lagunari, la voglia di lottare che tanto è stata richiesta a fine partita da parte dei tifosi del Frosinone di certo non è mancata ai nostri giocatori, che alla fine sono stati premiati. Potevano arrivare i 3 punti se si fosse difeso meglio ma un'episodio ha dato e un'episodio ha tolto, infatti il Venezia non aveva creato altre eclatanti occasioni da goal. Comunque alla fine il pareggio è il risultato giusto ed è davvero d'oro per come si era messa la partita alla fine, Paganini colpisce la traversa da solo davanti alla porta e Ciano sfiora più volte il goal. Trasferta ostica, il pareggio aiuterà la classifica e il morale, con questo spirito di sacrificio e grinta ce ne saranno davvero tanti altri di risultati positivi.