In LBA sono 49 gli stranieri rientrati nel proprio Paese: L'Umana Venezia ancora con tutto il roster al completo

24.03.2020 10:40 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
In LBA sono 49 gli stranieri rientrati nel proprio Paese: L'Umana Venezia ancora con tutto il roster al completo

Sono saliti a quota 49 il totale degli stranieri delle squadre di pallacanestro di Serie A che hanno lasciato l’Italia per fare ritorno a casa nel periodo della sospensione dell’attività agonistica causata dalla diffusione pandemica del Covid-19. Ad oltre due settimane dall’ultima partita ufficiale LBA solo i campioni d’Italia  della Reyer Venezia e la Dinamo Sassari hanno a disposizione tutti gli effettivi del roster iniziale. Al momento solo due le rescissioni consensuali, ossia Williams e Thomas di Pesaro e alcune partenze non autorizzate come Logan e Parks di Treviso, Upshaw di Reggio Emilia e Tyler Stone di Brindisi. L’allerta di livello 4 dichiarata dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e i tempi fisiologicamente sempre più lunghi per l’eventuale ripresa dell’attività agonistica hanno indotto diversi atleti a fare ritorno in patria con il permesso del club per il quale sono tesserati.

La lista degli stranieri rientrati in patria: Upshaw e Cherry per Reggio Emilia, Hayes, Clark di Cantù, Stone per Brindisi, Gamble della Virtus Bologna, il trio Jones, Mitchell, Hickman a Trieste, Blackmon e Knox a Trento, Cain, Landsdowne e Triche a Brescia; Leunen, Sims e Dyson alla Fortitudo Bologna; Happ, Mathews e Diener a Cremona; Petteway, Salumu, Culpepper e Johnson a Pistoia; Mayo, Simmons, Carter e Douglas a Varese; Micov, Sykes, Crawford, Rodriguez e Nedovic a Milano; Logan, Parks, Fotu e Nikolic a Treviso, e l’intero parco stranieri della Virtus Roma e Pesaro. Il problema è più che altro relativo alle eventuali condizioni di ritorno in Italia tra difficoltà negli spostamenti aerei e quarantene.

Difficile capire come possa finire e soprattutto ripartire la stagione in queste condizioni.