L'ultima di campionato dice bene alla Reyer, Brescia cade per 86-70

12.05.2019 23:26 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Fonte: www.reyer.it
L'ultima di campionato dice bene alla Reyer, Brescia cade per 86-70

Parziali: 24-17; 39-40; 69-53

Umana Reyer: Haynes 13, Stone, Bramos 7, Daye 25, De Nicolao 3, Vidmar 14, Casarin 2, Biligha ne, Giuri ne, Mazzola 5, Cerella 2, Watt 15. All. De Raffaele.

Germani: Hamilton 4, Abass 10, Veronesi 4, Vitali 3, Laquintana 4, Cunningham 14, Caroli 2, Beverly 4, Zerini 9, Moss 11, Sacchetti 5. All. Diana

L’Umana Reyer chiude la regular season con la convincente vittoria per 86-70 con la Germani Brescia e sfiderà la Dolomiti Energia Trentino nel primo turno playoff.

Tre gli indisponibili (Washington, Kennedy e, all’ultimo, anche Tonut), con Biligha e Giuri in panchina in precarie condizioni e quintetto che vede in campo Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt. Il capitano è ispirato e firma il 5-1 all’1’30”, poi Mazzola allunga con la tripla dell’8-1 al 2’30”. La partita è intensa, con Brescia che difende al limite sui lunghi orogranata, ma Watt riesce comunque ad allungare ulteriormente finop al 15-6 a metà periodo. Brescia è più efficace nella seconda metà di quarto e si riavvicina fino al 17-14 al 7’30”, ma l’Umana Reyer esce bene dal time out di coach De Raffaele e riprende il +9 (23-14) con un parziale di 6-0 firmato da Haynes (che toca quota 11) e Daye (gioco da tre punti per il 23-14 al 9′), poi il libero di Vidmar chiude il primo quarto sul 24-17.

Brescia riparte meglio e impatta a quota 24 al 12’30” con un parziale di 0-7. Vidmar sblocca l’Umana Reyer e la trascina con cinque di fila sul 29-27, portando a casa anche il terzo fallo di Moss. La Germani, comunque, trova il primo vantaggio (29-30) con la tripla di Cunningham a metà quarto. A riportare avanti gli orogranata è la tripla “del record” di Bramos (34-32) al 16’30”, anche se Brescia continua a giocare un basket efficace, con grande precisione da 3 punti, e tocca addirittura il +5 (35-40) al 19′. E’ Daye, con due canestri di fila, a chiudere il primo tempo con le due formazioni a contatto: 39-40.

Il secondo tempo inizia con la schiacciata di Watt, a cui risponde Beverly dalla lunetta (41-41 al 21′). Daye infila un’incredibile tripla di tabellone quasi allo scadere dei 24” e poi, su recupero di Watt, inventa l’assist per Bramos (46-42 al 22′). Cunningham mette un’altra tripla, ma è il momento dell’Umana Reyer, che produce un grande basket e allunga progressivamente. Con un parziale di 18-3, al 26′ è 59-45, poi Brescia torna a segnare dopo 4’30” senza canestri. Daye mette però la tripla del 62-47, con la panchina ospite costretta al secondo time out al 27′. Brescia riesce ad avvicinarsi sul -10 (62-52) al 28′, ma è l’ultimo sussulto, perché gli orogranata ripartono dalla tripla di De Nicolao, fanno debuttare in serie A il 2003 Casarin e chiudono il terzo quarto sul 69-53 sull’acrobatico canestro di Watt su assist di De Nicolao.

Vidmar schiaccia due volte ed è +20 (75-55) al 31’30”, poi l’Umana Reyer inizia a giocare anche con il cronometro. Il canestro che segna l’inizio del garbage time è ancora di Vidmar (77-60 al 33’30”), poi Daye allunga anche a +22 (82-60 al 36’30”). Le due panchine lanciano i più giovani: segna Caroli, poi Veronesi e, finalmente, anche Casarin bagna l’esordio nella massima serie, a 5”, facendo esplodere il Taliercio sul 86-68, che diventa 86-70 sulla sirena.