La crescita di Casale, Cremonesi e Marino dovranno sudare

04.12.2019 08:00 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
La crescita di Casale, Cremonesi e Marino dovranno sudare

Gli infortuni sono sicuramente un danno per una squadra, ma spesso la frase fatta "sono anche un' occasione per scoprire altri elementi" si rivela veritiera. In casa Venezia infatti il problema patito da Cremonesi ha permesso di scoprire un giovane come Casale, fino a quel momento usato col contagocce. Il ragazzo aveva bisogno di una squadra che gli desse fiducia per esprimere le qualità che il Verona, squadra proprietaria del cartellino, gli riconosce. Inizialmente si è tentato un lancio lampo, con un prestito al Perugia e anche la convocazione con l'Italia U19. Il ragazzo però ha fatto capire di aver bisogno di più tempo e quindi negli ultimi due anni ha fatto tanta gavetta prima della possibilità in laguna.

Fino ad ora Dionisi gli aveva preferito Cremonesi, per ovvi motivi d'esperienza, visto che Michele ha tantissime partite in B a curriculum. Oltre al problema occorso a Marino però si è fatto male anche l'ex Crotone. Out lui, fuori l'ex per il grave problema patito in estate, fuori Felicioli sostituito da Ceccaroni, che in linea teorica era la seconda riserva del pacchetto centrale, il mister si è trovato costretto a lanciare il ragazzo, sperando in un impatto felice, che fortunatamente è arrivato.

Il ragazzo si sta disimpegnando decisamente bene, tanto da essersi riconquistato la Nazionale, il ct dell' U21 infatto lo ha convocato. Certo talvolta sulle palle alte il problema resta, ma probabilmente il limite è di squadra, non individuale. Ora per lui il posto è assicurato, vedremo cosa succederà con il ritorno degli "anziani" Cremonesi e Marino. Soprattutto il primo dovrà reagire di forza per riprendersi un posto che potrebbe aver parzialmente perso.