Reyer, sono tre sconfitte, ma la squadra c'è eccome

07.10.2019 20:40 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
Reyer, sono tre sconfitte, ma la squadra c'è eccome

Ieri al PalaDozza, in una cornice inizialmente commossa per il lungo applauso per la piccola Sveva e poi speciale per giocare a pallacanestro, abbiamo assistito ad una gara di grande livello. La Virtus Bologna e i campioni d'Italia della Reyer Venezia hanno dimostrato il loro valore e le loro qualità. Alla fine, solo nel finale, hanno vinto i padroni di casa trascinati da un sublime Milos Teodosic. Ieri sera si è capito che, sia in Italia (Milano) sia in Europa, tutti dovranno fare i conti con il play serbo. Nello specifico, quanto alla squadra di De Raffaele, dopo la brutta sconfitta sempre al PalaDozza ma con la Fortitudo sono arrivati altri due stop. Nonostante ciò le ultime due prestazioni sono state ottime sia con il Partzian Belgrado e appunto con la Virtus. Chiaramente le vittorie fanno morale, ma la compagine lagunare è abituata a saper soffrire e risollevarsi molto rapidamente. Questi giocatori hanno sempre mantenuto un atteggiamento equilibrato nei periodi fatti di lunghe strisce di vittorie e pure quando non riuscivano a portare a casa la gara. La difesa sta tornando solida e compatta, alcuni giocatori fondamentali cominciano a migliorare le loro performance. In attacco forse in alcuni frangenti bisognerebbe essere più cinici (ieri sul +6 al 7 minuti dal termine Watt e Daye hanno avuto dei palloni facili da tramutare a canestro). Va recuperato Stone che ha passato dei giorni non semplici. Tonut in trasferta deve giocare agli stessi livelli di come gioca in casa, in attesa del miglior Chappell e pure di Udanoh. Sarà importante il rientro di Mazzola che da equilibrio al reparto lunghi. In generale Venezia dovrà cercare di limitare le troppe palle perse(19 ieri) e sforzarsi di stare concentrata per l'intero match.
Nemmeno il tempo di pensare all'ultima gara che i campioni d'Italia, alle ore 12, partiranno per la Russia dove mercoledì affronteranno il Kuban Krasnodar una delle squadre più forti dell'intera EuroCup.