De Nicolao: "Vice capitano motivo di grande orgoglio, col ritorno di grandi piazze e campioni ci saranno più appassionati, ma non ci faremo intimorire"

16.08.2019 19:28 di Alberto Bison   Vedi letture
De Nicolao: "Vice capitano motivo di grande orgoglio, col ritorno di grandi piazze e campioni ci saranno più appassionati, ma non ci faremo intimorire"

Durante il Media Day ha parlato il nuovo vice capitano della Reyer Andrea De Nicolao, queste le sue parole: "Per me è motivo di grandissimo orgoglio, ringrazio coach e società per la fiducia che mi hanno dato, farò del mio meglio nei confronti di squadra, pubblico e settore giovanile, che ci osserva tutti i giorni, dobbiamo essere l'immagine di questa squadra come ha detto il dottor Rigo. Più che sorpreso sono una persona abituata a prendersi le proprie responsabilità e quando mi vengono date sono contento e cerco di ripagare la fiducia che mi viene data. Sicuramente l'addio di Haynes cambia la nostra squadra, l'innesto di Fiiloy è un grandissimo innesto, lo ha dimostrato durante la sua carriera, starà a noi amalgamarci nel modo giusto per divertirci e giocare bene, lo abbiamo dimostrato durante il Play-Off, non abbiamo fatto filtrare niente di negativo nel gruppo e nello stremo delle tante partite questa forza del gruppo si è vista. Supercoppa? Penso sia giusto pensarci perché è molto vicina e c'è poco tempo per prepararla, vogliamo far bene e quindi ci dobbiamo preparare, la chiave è l'innesto dei nuovi che sono giocatori di carattere ed esperienza, dovremo farli a sentire a loro agio per farli rendere al meglio. Essere quasi gli stessi può essere un vantaggio perché ci conosciamo e sappiamo come giochiamo, può essere uno svantaggio perchè se hai la giornata storta puoi conoscerti quanto vuoi ma in partita secca se la palla non entra non entra. Treviso di nuovo in A? Mi fa molto piacere, è una piazza che se lo merita perchè ha il basket nelle vene, mi ricordo quando giocammo i due derby e vestivo la casacca di Treviso, ora sarò dalla sponda della Reyer, ma sarà comunque un derby emozionante, perché sappiamo al PalaVerde che campioni sono passati quando c'era la Benetton, ora c'è una nuova società a cui auguro il meglio. È bello che tante piazze blasonate tornino in Serie A, questo fa sì di poter coinvolgere tanti appassionati, ci sono piazze che non possono avere una squadra di basket in A. Campioni in Serie A? C'è sempre da imparare da giocatori come per esempio Teodosic, cercheremo di imparare dalle grandi ma anche noi siamo una grande e non ci nasconderemo davanti a nessuno".