Entriamo nel clima derby. Intervista botta e risposta tra Davide e Federico Casarin

02.10.2021 08:00 di Alberto Bison   vedi letture
Entriamo nel clima derby. Intervista botta e risposta tra Davide e Federico Casarin

Per la prima volta da quando ha 6 anni Davide Casarin dovrà affrontare il derby Treviso Venezia, con una maglia non orogranata. Infatti la giovane promessa veneziana nella scorsa sessione di mercato, quella estiva, si è trasferito nella compagine bianco-blu. Dove seguendo le indicazioni di coach Menetti potrà avere più minuti sul campo e continuare il suo percorso di crescita come atleta. Nelle scorse ore la Reyer ha voluto proporre sui propri canali social una simpatica intervista dove Federico Casarin, Presidente della Reyer Venezia, e suo figlio Davide hanno risposto alle stesse domande in una sorta di intervista "botta e risposta".

Come si prepara il Derby?

Davide: "Lo prepareremo come ogni partita che abbiamo fatto quest'anno. Ovvio il Derby è sempre qualcosa di speciale, quindi siamo ancora più carichi".

Federico: "E' una partita speciale, particolare che è bello vivere. Cercheremo di affrontarla con le giuste emozioni per portare ancora soddisfazioni ed emozioni ai nostri tifosi".

Qual è la cosa più bella del Derby?

Davide: "Sicuramente sono le tifoserie perché è uno spettacolo vedere entrambe le tifoserie tifare per la propria squadra. Poi la foga della partita, che sarà diversa da ogni altra partita".

Federico: "E' l'emozione che si vive non solo durante ma anche prima della partita, è qualcosa di speciale e di particolare. Ripeto è bello viverla".

Qual è la cosa più importante in un Derby?

Davide: "La cosa più importante è dare tutto, il massimo per far vedere che sei pronto mentalmente. Ma soprattutto per i tifosi per la città e la cosa più importante è vincerlo".

Federico: "Affrontarlo senza paura, rispettando l'avversario ma essere consapevoli della propria forza".

Cosa farai se dovessi vincere il Derby?

Davide: "Ho fatto una scommessa con mio papà, se vinco mi porterà a cena lui, altrimenti dovrò portarlo fuori a cena io."

Federico: "Niente di speciale. E' una partita importante, diversa dalle altre ma niente di speciale. Sicuramente pagherò una cena a Davide."

Quale giocatore potrebbe decidere il Derby?

Davide: "Noi siamo una squadra che ha un protagonista diverso in ogni partita, come dimostrano le partite che fin qui abbiamo giocato. Quindi ora non so dirti un nome, ma il gioco di squadra che abbiamo già provato nelle partite precedenti ci aiuterà molto".

Federico: "Non penso ci sia un giocatore che possa essere determinante sia per Venezia che per Treviso. Penso che la dimostrazione di questo precampionato e Supercoppa abbia fatto vedere la grande qualità delle due squadre e la grande qualità del gruppo e quindi credo che la differenza la farà il gruppo".

Cosa dirai all'altro prima della partita?

Davide: "Buona fortuna, in bocca al lupo e che vinca il migliore".

Federico: "Di giocare una partita come tutte le altre, senza pensare a chi avrà di fronte. Chiaramente una parte della sua vita è Venezia. Ma di giocare una partita con tanta intensità, di divertirsi che è la cosa più importante per i ragazzi. Ma soprattutto di vivere il momento".

Cosa sarà decisivo per Venezia?

Davide: "Loro sono un roster molto lungo, e una squadra profonda, questo gli darà più opportunità come squadra perché potranno girare maggiormente i giocatori in campo e questo li aiuterà molto. E' sempre stato nella storia della Reyer avere molti giocatori di prima fascia".

Federico: "L'impatto sarà importante, perché è una sfida anche con il pubblico di Treviso a fare da contorno. L'importante è essere pronti ad affrontare l'energia che Treviso metterà in campo e rispondere punto su punto".

Cosa sarà decisivo per Treviso?

Davide: "Come ho detto prima, l'unità del gruppo e il fatto di non arrendersi mai. Il fatto che giochiamo in casa con il nostro pubblico, magari con la stessa atmosfera della finale di Champions League, che abbiamo disputato qualche giorno fa".

Federico: "Non sta a me dire cosa sarà decisivo per Treviso. Penso che Treviso interpreterà la partita come ha fatto fino ad ora. Giocando sulla grande qualità del gruppo e sulla grande qualità dei singoli, ma soprattutto anche con il supporto di un tifo molto importante".

Meglio vincere il derby o vedere l'altro uscire dal campo soddisfatto?

Davide: "Il risultato di squadra viene prima di tutto. Quindi sicuramente vincere il Derby".

Federico: "Da presidente dell'Umana Reyer mi auguro che Venezia trionfi e faccia una grande partita e vinca. Da papà mi auguro che Venezia vinca e che Davide faccia una grande partita".

Saluti finali:

Davide: " Ciao in bocca al lupo. Ci vediamo sabato."

Federico: "Ciao Davide, ci vediamo al Derby. Ma soprattutto ricordati di studiare".