Foggia-Venezia, LE PAGELLE, Bentivoglio, Domizzi e Vrioni la fanno da padroni, peccato per l'ingenuità di Zampano

03.12.2018 23:29 di Davide Marchiol  articolo letto 167 volte
Foggia-Venezia, LE PAGELLE, Bentivoglio, Domizzi e Vrioni la fanno da padroni, peccato per l'ingenuità di Zampano

Il Venezia parte male, ma poi nel secondo tempo cresce esponenzialmente e mette in campo un'altra prestazione solida. Si sblocca l'attacco con il gol del Vrioni, peccato per le tante chance mancate dai compagni.

Vicario 6 - Poco può sulla rete di Iemmello. Poco impegnato, qualche brivido su un bolide di Gerbo. Per il resto ordinaria amministrazione.

Zampano 5.5 - È il difensore meno aggressivo del pacchetto arretrato, infatti il Foggia cerca sempre Rubin, che agisce sulla sua fascia. Il rigore assegnato ai padroni di casa non sembra così netto, ma l'ingenuità resta. Comunque non molla fino alla fine.

Modolo 6.5 - Buona prestazione in mezzo al campo. Si integra bene con il compagno di squadra.

Domizzi 7 - Sfiora anche il gol nel finale: sarebbe stata la ciliegina sulla torta di una gara sontuosa. Di testa sono tutte sue e Mazzeo non vede praticamente mai la porta, così come Iemmello. Il palo infatti arriva su un rimpallo fortunoso.

Bruscagin 6.5 - Serve la palla a Vrioni per il gol del pari. Spinge poco, ma quando accelera fa male.

Suciu 6.5 - Fronteggia le offensive dei Foggia. A corrente alternata, ma gioca bene per più di un'ora.

Bentivoglio 7 - Bella gara in mezzo al campo: tanta corsa e qualità. Metronomo perfetto, serve un paio di palloni veramente interessanti in area, che però finiscono sprecati.

Pinato 6 - Ci prova a rendersi pericoloso in fase offensiva, ma i suoi tiri sono spesso pretenziosi. Senza infamia e senza lode. (Dal 77' Schiavone s.v. - )

Segre 6 - Sempre molto vispo sul fronte d'attacco. Appena può cerca la conclusione. Finisce, però, presto la benzina, anche perchè agisce in un ruolo non suo. (Dal 64' Marsura 6 - Entra bene in partita e dà qualità alla manovra, continua a perdere tempi di gioco che potrebbero essere importanti, anche se probabilmente è questione di forma.)

Vrioni 7 - Parte piano, poi dopo la zampata vincente su cross di Bruscagin si trasforma. Giocata da campione sul palo colpito. Continua il processo di crescita. (Dall'83' Litteri s.v. - )

Di Mariano 6.5 - Sempre nel vivo dell'azione, tende a cercare un po' troppo l'azione personale, ma le qualità ci sono e anche stavolta si vedono eccome.