L'avversario: il Benevento

28.11.2019 20:03 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'avversario: il Benevento

Sabato pomeriggio al Penzo, fischio d’inizio ore 15.00, il Venezia troverà la capolista della Serie B, ossia il Benevento.
Uno dei temi principali è il ritorno di Pippo Inzaghi in laguna, ma questa volta come allenatore avversario nella città che aveva scelto per ripartire dopo la separazione con il Milan, accettando addirittura la LegaPro facendo poi delle stagioni memorabili con una promozione in Serie B, nel primo anno e, nella stagione successiva, i playoff posizionandosi in quinta posizione nella classifica generale; la squadra arancioneroverde si fermò in semifinale, eliminata dal Palermo dopo aver pareggiato per 1-1 in casa e perso per 1-0 al Barbera.
Tornando all’attualità, il Benevento ai nastri di partenza era una delle grandi favorite e sostanzialmente è l’unica del lotto delle pretendenti alla Serie A che ha mantenuto, almeno per ora, i pronostici. I giallorossi stanno letteralmente volando in campionato; 28 punti dopo 13 turni, 8 vinte, 4 pareggi e 1 sola sconfitta (il pesante 4-0 a Pescara) con 18 reti segnate e 8 sole subite (la migliore difesa della Serie B).
La Strega gioca con un consolidato (4-3-3). Il portiere è Montipò; la difesa da destra a sinistra è composta dell’esperto Maggio, Antei, Caldirola e Letizia; a centrocampo probabilmente giocheranno Schiattarella davanti alla difesa e ai suoi lati Viola e Hetemay o il colombiano Tello.
Potrebbe anche giocare il tedesco Kragl, assente per scelta tecnica contro il Crotone, in tal caso Inzaghi potrebbe virare per un 4-4-2. Davanti il tridente formato da Insigne, Coda e Sau con Improta pronto a subentrare ad una delle punte esterne. Una panchina profonda con i difensori Tuia e Volta in fase di recupero e il giovane ghanese Gyamfi. A disposizione anche l’esperto centrocampista
Del Pinto e l’attaccante Armenteros.