Pistoia-Reyer, LE PAGELLE, al PalaCarrara succede di tutto, ma con questi blackout non si vince

01.12.2019 20:21 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Pistoia-Reyer, LE PAGELLE, al PalaCarrara succede di tutto, ma con questi blackout non si vince

Partita folle a Pistoia, con tantissimi dubbi sulla conduzione arbitrale, strappi da una parte e dall'altra, padroni di casa che a inizio ultim quarto sembrano veleggiare verso la vittoria e alla fine vengono ripresi dalla Reyer che sbaglia però l'ultimo tiro. Di certo però per quelli che sono i campioni d'Italia ci si aspetta decisamente molta più costanza e solidità nell'arco dei quaranta minuti.

Udanoh 5 - Undici minuti, non mette nessun punto, non dando peso offensivo a rimbalzo. Riesce invece a prendere due palloni vaganti in difesa. Dà la sensazione non di essersi inserito nei meccanismi orogranata.

Stone 5,5 - Nullo in attacco, quando la Reyer diventa impermeabile ci riesce soprattutto perchè lui in primis torna mentalmente in gara. Non semplice però agire sotto il proprio canestro quando il metro arbitrale oscilla così tanto. I quattro assist messi sono importanti, ma da uno dei leader serve più continuità lungo la partita, a prescindere dai fischietti.

Bramos 5,5 - Mette le triple che permettono agli orogranata di risalire la corrente, soprattutto nel primo tempo. Non riesce però a condurre la squadra come fa di solito. Finisce in panca per somma di falli, sarebbe servito tantissimo per la tripla della possibile vittoria.

Tonut 5,5 - Fa pochino, qualche penetrazione, ma non stava bene e si vede, soprattutto perchè De Raffaele cerca di non caricarlo di troppi minuti. Calcolando che arriva da infortunio si può capire lo scarso coraggio in certe giocate.

Daye 6 - Sicuramente non è irreprensibile, però forse è l'unico che mantiene un po' di costanza nei 40 minuti, sparendo come tutti solo nell'ultimo quattro, prima della rincorsa che non ha però esito positivo. Ha la tripla della vittoria, ma non va. A rimbalzo difensivo importante, a rimbalzo offensivo nullo.

De Nicolao 6 - Quando entra cerca di portare un po' di ordine in una partita spigolosa e nervosa, conquistando 5 falli e portando un po' di velocità a una Reyer che è lenta, quasi immobile quando stacca la spina. Certo è che quelle tre perse (senza riuscire a riprenderne nessuna) pesano.

Filloy 5 - Polveri bagnatissime per l'italo-argentino. Manda praticamente tutti i tiri sul ferro senza dare consistenza alla manovra offensiva. De Raffaele lo prova un paio di volte e poi decide che per lui non è serata.

Chappell 6,5 - Forse l'unico a crederci seriamente, inizio da paura mettendo praticamente qualsiasi tiro gli capiti tra le mani, inoltre sotto il canestro di Pistoia è forse l'unico che va cattivo per riprendere le palle vaganti. Cala come tutti gli altri soprattutto a inizio quarto quarto, però lui il suo contributo cerca di darlo ogni volta che ha energie.

Mazzola 5,5 - Tornato da poco, non si possono pretendere magie da Valerio. Mette due triple importanti e dietro cerca di dare solidità. Sotto il canestro avversario però non lo si vede mai.

Cerella sv - Scampoli di partita per lui.

Watt 5,5 - Sotto canestro invece lui c'è sempre, ma sbaglia tantissimo, paradossalmente mette invece una tripla quando serve, cosa che non è nelle sue corde. Litiga fin da subito con gli arbitri che non si fanno pregare a fischiargli fallo e infatti non finisce la partita, lui e Bramos sull'ultima azioni sarebbero stati fondamentali.