Le pagelle al Venezia secondo TMW: in difesa si salva Molinaro, davanti Johnsen e Forte faticano

Questi i voti di tuttomercatoweb.com al Venezia dopo la sconfitta contro il Milan a San Siro per 2-0. Decidono Diaz e Theo Hernandez.
23.09.2021 14:53 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Le pagelle al Venezia secondo TMW: in difesa si salva Molinaro, davanti Johnsen e Forte faticano
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

I voti al Venezia secondo tuttomercatoweb.com,

Mäenpää 6 - Serata più tranquilla del previsto per l'estremo difensore finlandese, impossibilitato però ad evitare il tap-in vincente di Brahim Diaz e il successivo bolide scagliato in diagonale da Theo Hernandez.

Ebuehi 5 - Schierato in extremis, se la gioca ad armi pari con Ballo-Touré riuscendo anche a spingere sulla corsia in più di una circostanza. La musica cambia notevolmente al momento dell'ingresso di Theo Hernandez: non contiene in alcun modo il nazionale francese (Dal 74' Mazzocchi 5 - Gli basta un quarto d'ora, più recupero, per vedere i fantasmi nella stessa zona di campo occupata da Theo Hernandez)

Caldara 5,5 - Chiamato a giocare contro la squadra che ne detiene il cartellino, si comporta piuttosto bene per oltre un'ora ma nel momento clou finisce per cadere sotto i colpi dei rossoneri assieme agli altri compagni. Troppo timido in marcatura su Saelemaekers in occasione del raddoppio.

Ceccaroni 5,5 - Molto composto e attento fin dal primo minuto, al 68' concede qualche centimetro in più a Brahim Diaz e lo spagnolo ne approfitta per realizzare la rete del momentaneo 1-0.

Molinaro 6,5 - Con un Florenzi a mezzo servizio, per l'esperto difensore classe '83 è tutto un po' più semplice. Prova molto positiva: è l'uomo chiave nell'undici di Zanetti.

Peretz 5,5 - Avrebbe potuto segnare il suo primo gol "italiano" nel tempio del calcio: al 45' ha sciupato malamente una ghiotta occasione mancando la porta, di testa, da distanza ravvicinata. Dà tutto ma non può bastare per fare la differenza (Dal 53' Crnigoj 6 - Ha poche opportunità per mettersi in mostra)

Vacca 6,5 - Impiegato come difensore aggiunto tra i due centrali, l'ex di Parma e Foggia non sbaglia praticamente nulla contribuendo alla buona prova complessiva della formazione veneta (Dall'81' Tessmann s.v.)

Busio 6 - Fa vedere qualche bella giocata ma gli manca continuità: merita comunque la sufficienza per gli sforzi fatti nei novanta minuti.

Aramu 6,5 - Uno dei più attivi nelle fila degli ospiti, non ha mai l'occasione per battere Maignan ma dialoga attentamente con i compagni di squadra cercando di rendersi pericoloso sui calci piazzati.

Forte 5 - Si sapeva che sarebbe stata una serata piuttosto complicata per il numero 9: la previsione della vigilia è stata rispettata, da apprezzare per il tanto movimento in fase di non possesso ma in avanti non è pervenuto (Dal 53' Henry 5,5 - Pochi palloni giocati nei quaranta minuti in cui è rimasto in campo)

Johnsen 5 - Un solo lampo, in contropiede dopo diciotto minuti, poi il nulla. Troppo poco: ci si sarebbe aspettati qualcosa in più dal norvegese, che probabilmente ha sentito il peso del palcoscenico importante in cui si è ritrovato a giocare (Dal 74' Okereke s.v.)

All. Paolo Zanetti 6 - La sua squadra torna in Veneto con zero punti ma con buoni segnali in vista delle prossime gare. La difesa regge fino all'ingresso in campo di Theo Hernandez: la mossa di Pioli ha portato ad alcune contromosse veneziane che, però, non sono servite ad evitare il ko.