Venezia-Brescia, PASSAGGI CHIAVE, tenere botta in un mese in cui si giocherà sempre

06.03.2021 09:00 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Venezia-Brescia, PASSAGGI CHIAVE, tenere botta in un mese in cui si giocherà sempre

Eccoci con la consueta analisi dei tre passaggi chiave del prepartita, stavolta tocca a Venezia-Brescia.

1. Un ultimo sforzo prima di avere un po' di respiro. Non è un calendario per rose inadatte a giocare praticamente sempre. Sapevamo che il Covid avrebbe portato a un ritmo tosto da sostenere per riuscire a portare a termine tutte le competizioni, ora siamo dentro alla teoria. Brescia-Venezia chiuderà l'ennesimo turno infrasettimanale e solo dopo finalmente ci sarà la settiamana tipo... che però durerà poco visto che c'è un nuovo turno infrasettimanale all'orizzone. Per i Leoni queste partite non sono solo test tecnici, ma anche "sfide" dal punto di vista fisico, servirà una mentalità da vera big del campionato per mantenere il ritmo fino in fondo;

2. Altra defezione in mezzo. La rosa per fortuna è lunga, solo così Zanetti ha la possibilità di schierare comunque un terzetto di centrocampo d'alto livello nonostante le assenze. Rientrato Taougourdeau, va ko Dezi, che va a fare compagnia per un po' a Crnigoj e Vacca. Il problema è che così è difficile dare respiro a certi elementi come si poteva pensare, ma la sfida forse risiede anche nel riuscire a superare con danni minimi questo momento sfortunato a livello di infortuni;

3. Cercare di evitare lo svantaggio. Tenendo conto di quanto il momento sia tosto a livello fisico come accennato sopra, bisognerà cercare di limitare gli approcci con gol subito. Rimontare dà alle gare un sapore speciale, ma non sempre si può fare. Sembrava un trend ormai superato dopo l'avvio di campionato, invece ora i Leoni tendono ancora ad andare sotto prima di imporsi. Nelle ultime tre partite in due gli arancioneroverdi hanno dovuto firmare una rimonta. Come dice il mister: più compatti fin da subito, nei limiti del possibile.