L'ex Vicario e la scelta di ospitare una famiglia ucraina: "Merito di mia mamma. Un secondo per decidere"

30.03.2022 15:45 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
L'ex Vicario e la scelta di ospitare una famiglia ucraina: "Merito di mia mamma. Un secondo per decidere"
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La scelta di Guglielmo Vicario, portiere dell'Empoli e vecchia conoscenza del Venezia (77 presenze in arancioneroverde), di ospitare un bambino ucraino rifugiatosi in Italia a causa del conflitto in corso nel suo paese è stata raccontata dallo stesso calciatore degli azzurri nel corso di un'intervista a La Gazzetta dello Sport: "Il primo contatto è di una decina di giorni fa - racconta in relazione alla nascita di tale decisione -. Mia mamma Monica mi ha telefonato e mi ha detto che c’era la possibilità di prendere in affidamento una famiglia ucraina. Lei e mio papà Michele erano contenti di poter dare una mano e mi hanno chiesto cosa ne pensassi. Ci abbiamo messo un secondo a decidere, anzi non è stata nemmeno una decisione: è venuto tutto in modo spontaneo. Ci siamo attivati, i miei genitori hanno avuto un primo incontro venerdì scorso e poi lunedì Hanna e Milan sono arrivati a Udine. Era il mio giorno libero, così c’ero anche io e abbiamo cenato tutti insieme"