Zanetti: "Poco da recriminare, abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo, ma tra gli organici c'era comunque un divario importante"

Paolo Zanetti ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della gara persa dal Venezia per 2-0 contro il Milan a San Siro.
22.09.2021 23:36 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Zanetti: "Poco da recriminare, abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo, ma tra gli organici c'era comunque un divario importante"
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Paolo Zanetti ha parlato nel post partita in zona mista e ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta per 2-0 contro il Milan, queste le sue dichiarazioni.

Il Venezia nonostante la sconfitta ha tenuto bene il campo, dando la sensazione che in A possa starci:
"Ci possiamo stare se miglioriamo ancora, è un processo di crescita iniziato quest'anno, abbiamo tanti ragazzi nuovi uniti al blocco dell'anno scorso. Siamo venuti qui ad affrontare una squadra con valori assoluti di altro livello, superiore a noi. Abbiamo provato a impostare una gara chiudendo gli spazi, fino al 60'/70' siamo stati bravi, i ragazzi non potevano fare altro che mettere tutta la voglia e la grinta in campo, cercando di gettare il cuore oltre l'ostacolo. Queste non sono partite dove vincere, sono partite dove aumentare la consapevolezza dei nostri mezzi, è un campionato duro, ci prendiamo quanto di buono fatto questa sera e miglioriamo".

La sensazione è che mai come quest'anno tante gare vengano decise dalla panchina:
"Normale che se facciamo un confronto tra la nostra rosa e quella del Milan non riesco a contare quanti milioni ci sono di differenza, non è un alibi ma un dato di fatto, ogni tanto magari la piccola tira uno scherzo alla grande, ma non è una cosa che succede di consueto, le gare tra grandi e piccole di quest'anno le ho viste tutte e ho visto anche squadre prendere 5/6 gol, noi cerchiamo di sopperire con il cuore, l'organizzazione tattica, giocando tutti insieme, dandoci una mano. Questa dev'essere la base, poi cercheremo di ottenere i punti nelle gare che sono alla nostra portata".

Sky

"Non ho molto da recriminare perché la mia squadra ha gettato il cuore oltre l'ostacolo. Quando si fanno delle partite difensive, si rischia di prendere gol: con i cambi di Pioli siamo andati in difficoltà. Questa sera li abbiamo messi in difficoltà e, rispetto ad altri match del Milan a senso unico, abbiamo provato a coprire il campo ma avremmo dovuto essere più lucidi in alcune circostanze: queste gare si vincono sfruttando le occasioni che l'avversario concede".

E' stata la forza del Milan ad impedire di giocare diversamente?
"Volevamo fare tante cose ma tramutarle in realtà è difficile. Il Milan è superiore a noi nei duelli, anche se c'è voglia di proporre buon calcio succede di fare una partita differenza c'è comunque divario tra gli organici: ci sono almeno un paio di categorie di differenza, alla fine abbiamo fatto una partita prettamente difensiva e quelle occasioni avute dovevamo sfruttarle".