Pordenone-Venezia, Passaggi Chiave, l'assenza di gol si fa pesantissima

17.01.2021 15:19 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Pordenone-Venezia, Passaggi Chiave, l'assenza di gol si fa pesantissima

Eccoci con la consueta analisi dei passaggi chiave del post partita, stavolta tocca a Pordenone-Venezia 2-0.

1. Lezzerini versione 2019/2020. Luca da questa estate a ieri aveva messo in mostra tanta sicurezza. Sicuramente qualche imprecisione c'era stata, ma mai qualcosa di catastrofico. Contro il Pordenone improvvisamente però l'ex Avellino è tornato a mettere in mostra errori a cui è difficile dare un aggettivo, aizzando nuovamente i suoi detrattori, che sono ancora tanti. Zanetti nel post partita lo ha difeso ed è giusto così, in questa stagione è la prima partita toppata completamente, ora il ragazzo dovrà rispondere psicologicamente alla batosta, un test importante;

2. Senza Lezzerini finiva 0-0 con sei palle gol, cosa si è bloccato? "L'impressione è che il Venezia potrebbe restare per due ore in campo e comunque non riuscirebbe a segnare" (tratto dalla telocronaca di DAZN). Andando oltre agli errori del portiere, il Venezia per l'ennesima volta produce tantissimo concretizzando nulla. Andando a guardare solo i più presenti, Ciccio Forte ha segnato un solo gol nelle ultime otto giornate, Di Mariano e Johnsen sono ancora a secco, mentre Aramu ha messo la firma nell'ultima vittoria dei Leoni (contro la Reggina) per poi quasi eclissarsi. La situazione in classifica, se pensiamo da che stagioni arrivano gli arancioneroverdi, è più che buona, certo è che questo blocco improvviso è preoccupante, soprattutto perchè non si capisce se sia semplice sfortuna (Perilli e Perisan in grande spolvero con Pisa e Pordenone) o se effettivamente è venuto meno qualcosa in queste ultime settimane;

3. In mezzo tornerà Maleh, sarà ossigeno puro. Ha fatto tirare un sospiro di sollievo l'evoluzione della situazione legata a Maleh. Il ragazzo tornerà a disposizione del Venezia per 6 mesi. Viene da dire meno male. L'infortunio di Vacca infatti è ancora da valutare ma sembra molto grave, Capello è sempre meno dentro al progetto mentre Crnigoj era e resta un oggetto misterioso. L'italo marocchino sarà un arma fondamentale per Zanetti.