Via libera dalla Giunta alla concessione degli spazi in via Vendramin a Mestre al Venezia Football Club per 40 anni

23.11.2021 20:22 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Via libera dalla Giunta alla concessione degli spazi in via Vendramin a Mestre al Venezia Football Club per 40 anni
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nella seduta odierna, la Giunta comunale ha licenziato, su proposta degli assessori all'Urbanistica Massimiliano De Martin e allo Sport Andrea Tomaello, due delibere che riguardano il Venezia Football Club. Nello specifico, si tratta di due testi che verranno ora inviati al Consiglio Comunale per la discussione e successiva votazione e che riguardano, il primo, un progetto di ristrutturazione edilizia dell'edificio a gradinata con ampliamento dei locali ad uso spogliatoi e lavanderia del Centro Sportivo di via Vendramin di proprietà comunale e dato in concessione alla società sportiva e, il secondo, gli indirizzi per l’affidamento dello stesso Centro Sportivo alla società Venezia Football Club per 40 anni, in virtù dell'importante progetto di riqualificazione dell'impianto.

"Grazie al Presidente Duncan Niederauer - commenta Tomaello - e a tutto il suo gruppo che hanno dimostrato, anche in questa occasione, di continuare a credere nella nostra Città investendo nello sport e nelle infrastrutture sportive che consentiranno al Venezia F.C. di avere quegli spazi sui quali ogni Società di Calcio che militi in Serie A deve poter contare. Dopo i falliti tentativi dei precedenti presidenti nel trovare delle soluzioni che potessero trovare realizzazione, finalmente oggi iniziamo un percorso che porterà in città un investimento da quasi 7 milioni di euro e che incontrerà il pieno sostegno dei tanti tifosi che potranno continuare a tifare la propria squadra. L'Amministrazione comunale sarà sempre al vostro fianco e al fianco di tutti quei privati che credono nello sport e nel suo alto valore educativo e sociale".

"La società sportiva - spiega l'Assessore De Martin - ha presentato all’Amministrazione Comunale un progetto di riammodernamento complessivo del Centro Sportivo che prevede il rinnovo e la sistemazione del sito al fine di adeguarlo ai più recenti e innovativi standard strutturali e logistici in ambito sportivo. Un intervento che consentirà alla Società di poter ospitare competizioni professionistiche a vari livelli giovanili e femminili. Nello specifico il progetto comporterà la realizzazione sia di strutture per l'attività sportiva, con la creazione di due nuovi campi da calcio in erba naturale oltre alla riqualificazione dei campi esistenti, sia di nuove strutture e servizi di supporto quali: i nuovi spogliatoi per il settore giovanile maschile e per il settore femminile, una nuova palestra per il settore giovanile e una nuova area pubblica dotata di servizi in prossimità della tribuna del campo principale, zone sportive di allenamento portieri ed altro ancora. Inoltre è prevista la realizzazione di una struttura polifunzionale che ospiterà la sala stampa, una zona relax e un punto ristoro aperti al pubblico, oltre ad alcuni locali a destinazione sportiva per la prima squadra professionistica e alla sede amministrativa della società".

Sulla scorta dei lavori che verranno eseguiti, si è quindi deciso di procedere con la concessione ad uso esclusivo per 40 anni dell'intera struttura licenziando, per l'appunto, una seconda delibera che prevederà anche una clausola di profit sharing qualora nel corso del periodo di validità della concessione si accerti il mutamento significativo delle condizioni economiche indicate nel Piano Economico e Finanziario predisposto dal Venezia Football Club, oltre che il totale costo di utenze e manutenzioni a carico della società. L’impianto dovrà poi essere messo gratuitamente a disposizione del Comune di Venezia per varie giornate l’anno e annualmente la società dovrà realizzare, in collaborazione con il Comune di Venezia, almeno due manifestazioni, eventi o iniziative volte a promuovere la cultura dello sport in ambito giovanile e il ruolo centrale dell'etica sportiva come veicolo d'integrazione e inclusione sociale