La guerra in Curva non si placa, duro comunicato della Curva Sud

21.08.2019 08:00 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
La guerra in Curva non si placa, duro comunicato della Curva Sud

Dopo il gruppo organizzato "Uno Nove Otto Sette" anche quello Curva Sud VeneziaMestre 1987 emette un comunicato in cui decide di prendere ulteriormente le distanze dall'altro gruppo:

"“BASTA”

LA VERITÀ VIENE SEMPRE A GALLA E LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTISSIME!
Potrebbero sembrare le solite frasi fatte o i classici proverbi dei nostri nonni ma restano sempre validissime e attualissime!
Gli ideali e l'essere ultras subiscono già attacchi ormai giornalieri da parte delle istituzioni che ci costringono a fiumi di parole e diplomazia quando il nostro DNA suggerirebbe ben altra soluzione. A tutto c'è un limite che non può e non deve essere prevalicato!
In virtù delle verità emerse negli ultimi giorni riguardo le "amichevoli chiacchierate" in questura da parte di alcuni componenti del gruppo 1987 e CONFERMATO che trattasi NON di un componente "qualunque", ma di uno dei FONDATORI e parte attiva del direttivo, e constatando la totale assenza di mentalità ultras da parte di tutto il resto del suddetto gruppo il quale non ha preso alcun provvedimento al riguardo, la curva sud, a malincuore, prende definitivamente e irrimediabilmente le distanze....Non si tratta di un ricatto ma semplicemente una questione di mentalità ultras.
Non saremo MAI amici degli infami !
Almeno questo, non potranno togliercelo MAI! IL CODICE ULTRAS IN QUESTI CASI PARLA CHIARO......
Vita da ultras….ultras per la vita! CURVA SUD MICHAEL GROPPELLO VENEZIAMESTRE 1987"