Reyer-Sassari 71-78: i leoni inciampano al Taliercio per la seconda volta

11.03.2024 12:14 di Giovanni Girardi   vedi letture
Reyer-Sassari 71-78: i leoni inciampano al Taliercio per la seconda volta
© foto di Credits: Umana Reyer Venezia

La Reyer crolla in casa per la seconda volta in campionato. Davanti ad un Taliercio Sold out hanno la meglio i sardi, che si impongono per 71-78.

Durante il primo quarto la Reyer fa gli onori di casa con il 9-1 iniziale. In questa prima fase di gara il protagonista indiscusso è Simms, che con triple, appoggi ed un’ottima difesa fa tremare la formazione sarda. La Dinamo però rimane compatta e raggiunge la parità a 13 con un parziale di 8-0. A questo punto gli orogranata non riescono più a finalizzare. Bisogna aspettare qualche minuto affinché venga fuori la personalità di Heidegger, che con una tripla pesante ristabilisce un minimo vantaggio per i suoi. Si va alla prima pausa sul 18-17.

La Reyer torna in campo bene, con una schiacciata di Tucker ed una tripla di Heidegger. Gli animi si accendono per un tecnico per proteste a Spahija. Sassari cerca di cavalcare l’onda dei nervosismi, e riesce a trovare il sorpasso grazie a due belle giocate di Diop. Time out Spahija. Gli orogranata non confinano l’emorragia, e con una tripla di McKinnie, palla rubata ed un parziale di 6-0, i sardi tentano la fuga. Arriva il tecnico anche a Tessitori. I liberi si Kabengele e Simms sedano per un momento i sassaresi, ma sono ancora troppe le palle perse ed i canestri subiti. La Dinamo intanto arriva al +10. I lagunari riescono a mandare un segnale solo a fine quarto con una mirabile stoppata di Simms che lancia in contropiede Tucker che spicca il volo per due punti facili. Si va all’intervallo sul 36-42.

I leoni tornano in campo un un altro atteggiamento, e all’inizio del terzo atto firmano l'11-2 che li porta in vantaggio di tre lunghezze, riuscendo in seguito a trovare anche il +6. Il quarto è caratterizzato da sorpassi e controsorpassi, ma alla fine l’appoggio di Wiltjer porta i suoi sul +3.

l’ultimo atto Inizia con Sassari che arriva al pareggio grazie alla tripla di Tyree. La situazione di stallo permane per qualche azione. A metà quarto arriva l’allungo Sardo. I padroni di casa cercano di lottare con ogni mezzo, ma non non trovano il fondo della retina in modo continuativo, e Sassari prende il largo. Inutili gli ultimi punti di un Tucker duro a morire, che fissano il punteggio sul 71-78.

Con la sconfitta Reyerina, la vittoria Bresciana e lo scontro diretto tra Virtus ed Olimpia, I vertici della classifica hanno trovato un nuovo equilibrio, dove i lagunari sembrano essere i più svantaggiati. Ora gli orogranata dovranno prepararsi per lo scontro diretto contro Milano, occasione importantissima per rimanere dietro Brescia e Bologna.