Venezia, Tessmann: "Arrabbiati per quanto successo con la Reggiana, dobbiamo giocare ogni gara come fosse l'ultima"

03.04.2024 17:05 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Venezia, Tessmann: "Arrabbiati per quanto successo con la Reggiana, dobbiamo giocare ogni gara come fosse l'ultima"

Tanner Tessmann ha fatto il punto della situazione in casa Venezia in conferenza stampa. Queste le sue parole.

Cos’è successo contro la Reggiana?

“Eravamo partiti bene, portandoci sul 2-0, poi forse ci siamo rilassati un po’ troppo mentalmente è in Serie B questa cosa non si può fare perché ci sono tante squadre in grado di farti male come la Reggiana. Ora ripartiamo e pensiamo all’Ascoli”.

Ora l’Ascoli, un’altra squadra che può presentare insidie:

“Sappiamo che ogni squadra in questo campionato è difficile da affrontare. Sarà una gara complicata, ma lo staff ci preparerà al meglio per affrontare questa gara”.

Ancora sulla rimonta subita contro la Reggiana:

“Siamo molto arrabbiati per il risultato, sicuramente non abbiamo fatto abbastanza, la squadra però sa cosa vuole e sa i suoi obiettivi. Vogliamo fare una buona partita domenica e questa sconfitta contro la Reggiana vogliamo usarla come motivazione per fare meglio contro l’Ascoli”.

Continua ad esserci un certo sali scendi in fase difensiva:

“Dobbiamo concentrarci sui dettagli per evitare di concedere gol e portare a casa i clean sheet, in settimana ci concentriamo molto sui piccoli dettagli, vogliamo dare sempre il massimo per evitare di prendere gol”.

Almeno c’è stata la sconfitta della Cremonese:

“Non eravamo contenti per la nostra sconfitta, siamo concentrati sulle nostre partite”.

Vanoli quanto ha influito nella tua crescita esponenziale?

“Sicuramente ha influito tanto, ha dato molta fiducia alla squadra, me compreso. Lottiamo sempre per il club, i tifosi e il mister, tutti ci stiamo aiutando a vicenda, serve unione di intenti tra di noi per fare bene, non basta la performance individuale”.

Quanto credi alla Serie A?

“Sicuramente ci credo come tutti, non siamo partiti con questo obiettivo ma con il lavoro siamo arrivati fin qui. Giochiamo ogni partita come fosse l’ultima, ogni partita vogliamo mettere tutto in campo e lo faremo fino a fine stagione”.

Questa estate l’Olimpiade, nel 2026 il Mondiale:

“Penso che abbiamo un grande centrocampo in entrambe le squadre, sia la selezione maggiore che l’U23. Spero di andare alle Olimpiadi, sarebbe un grande onore per me, avremo anche tre giocatori dalla nazionale maggiore, confidiamo di fare bene. La coppa del mondo sarà tra due anni e sarà un bell’evento per tutta la nazione, è un evento ancora lontano quindi non posso molto dire molto”.