Zanetti: "Alcune situazioni da valutare per la formazione di domani"

27.11.2020 18:17 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato Giuseppe Malaguti
Zanetti: "Alcune situazioni da valutare per la formazione di domani"

Mister Paolo Zanetti in conferenza stampa inquadra la sfida contro l'Ascoli, sua ex squadra. La rottura tra le parti è sempre stata argomento un po' delicato: “A me non piace molto parlare dopo, a meno che non serva, serve guardare avanti. Ho scelto di non parlare per il rispetto di tante persone però aggiungo che sono stato onorato di essere stato l’allenatore dell’Ascoli, che ha tifosi di Serie A, ed è stata un’esperienza che ci ha fatto crescere. Preferisco guardare avanti e dove sono è il massimo che potesse capitarmi, sono in una società straordinaria con giocatori incredibili, voglio che questo sia il mio presente per molto tempo. Presidente dell’Ascoli? Penso sia una delle poche volte nella storia del calcio in cui un presidente ha ammesso di aver sbagliato, tutti possiamo sbagliare, in quella storia tanti hanno fatto errori, ma ammetterli pubblicamente non è da poco e conferma che con il presidente il rapporto è ottimo”;

Come sarà lo spirito dopo il pareggio all'ultimo subito con il Bescia? “Dobbiamo arrivare arrabbiati perché a Brescia non abbiamo portato a casa quello che dovevamo. Abbiamo fatto tanto ma non è bastato per i tre punti, non toglie la grande prestazione fatta, adesso dobbiamo valorizzare quanto facciamo in campo. Contro l’Ascoli dobbiamo ora cercare di vincere, servirà una grande prestazione perché è uno scontro diretta, in casa dobbiamo fare di tutto per vincere, è un po’ un primo spartiacque del nostro calendario. Dobbiamo mantenere l’umiltà che ci sta caratterizzando, facendo tesoro dei nostri errori”;

L'Ascoli sembra un po' in difficoltà: “L’Ascoli ha almeno cinque elementi d’alto livello, giocatori di livello importante, a cui si sono aggiunti individualità molto interessanti. Probabilmente non hanno ancora trovato il giusto amalgama, ma possono essere una squadra importante per questo campionato”

È possibile che giochino già con la forza della disperazione? “Innanzitutto speriamo di no. Non credo abbiano forza della disperazione perché siamo solo alla nona, sono cose che succedono più avanti, nel girone di ritorno. Sicuramente hanno bisogno di punti, conosco bene la piazza di Ascoli e sanno come uscire dai momenti di difficoltà, ai miei ragazzi ho chiesto di essere quelli che siamo e quello che siamo stati in queste partite, dove la nostra identità è sempre stata chiara. Questo è quello che secondo me dobbiamo continuare a fare e che va oltre l’avversario, perché ogni settimana questo campionato qua ti mette di fronte squadre difficile e se non hai un’identità diventa difficile affrontare queste squadre”

Novità sugli indisponibili? “La novità è che sono tutti convocati, oggi ci siamo allenati al Penzo e poi siamo andati in ritiro, è stata una decisione mia. Ci sono due o tre situazioni che devo valutare all’ultimo”