Zanetti e la grande duttilità tattica del Venezia

21.10.2020 16:06 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
Zanetti e la grande duttilità tattica del Venezia

È giusto non esaltarsi, ma il Venezia di Paolo Zanetti sta proponendo una idea di calcio davvero interessante. In campionato la squadra lagunare ha raccolto 7 punti frutto di due vittorie, un pareggio e una sconfitta. Ma quello che più colpisce è una duttilità tattica straordinaria nel rettangolo di gioco al di là dei valori dei singoli che è comunque notevole. L’ex allenatore di Ascoli e Sud Tirol fa muovere le sue pedine in modo perfetto.

Una difesa che dietro parte a quattro con due centrali come Modolo e Ceccaroni che danno grande sicurezza e due esterni che sanno spingere in maniera continua. Soprattutto Mazzocchi è una vera ala destra, d’altronde negli passati giocava esterno alto. Quando l’ex Perugia sale, dall’altra parte Molinaro rimane basso e se salgono entrambi si abbassa il play in mezzo ai due centrali di difesa. A centrocampo il rombo sostanzialmente non esiste perché quando hanno la palla gli avversari il Venezia gioca con un 4-4-1-1; Johnsen si allarga del tutto a sinistra facendo l’esterno di centrocampo con la squadra che ruota verso destra e i giocatori della metà campo scalano di una posizione: quindi Fiordilino (a Cremona l’ha fatto Domen Crnigoj) da interno destro diventa esterno destro, Vacca (in alternativa Taugourdeau) da unico centrale diventa centrale di destra e Maleh da interno di sinistra diventa centrale di sinistra. Aramu è di fatto la seconda punta e può svariare su tutto il fronte offensivo partendo praticamente sempre dietro Forte che è la punta centrale e il primo terminale offensivo. Poi come detto c’è il fattore Mazzocchi: la fascia destra è roba sua. Per caratteristiche di corsa il numero #7 arancioneroverde può tranquillamente fare la fase difensiva e quella offensiva al meglio ed è a tutti gli effetti un giocatore determinate nello scacchiere di Zanetti. Come detto è presto per sognare però questo Venezia piace molto.