Reyer, Brooks sulle Final Eight: "Una coppa che tutti vogliono vincere"

10.02.2024 15:25 di Giovanni Girardi   vedi letture
Reyer, Brooks sulle Final Eight: "Una coppa che tutti vogliono vincere"

La Frecciarossa Final Eight 2024 sono sempre più vicine. Per l’occasione, Jeff Brooks si è concesso ai microfoni della LBA:

Oggi parliamo un po’ di Final Eight. A quante sei arrivato?

Sarà la mia settima volta e la seconda da testa di serie numero uno. C’è un sacco di pressione che deriva da essere la testa di serie numero uno.

Ogni volta sembra un po’ la prima volta?

Assolutamente, giochi una competizione a metà stagione, una coppa che tutti vogliono vincere. C’è anche una sorta di sollievo nel sapere che sei arrivato già a questo punto durante la stagione. Penso che sia questa l’idea dietro a una coppa che si gioca nel mezzo di una stagione, fare i conti su come sta andando la squadra durante la stagione. Vincere è un ottimo modo per entrare della parte finale della stagione in vista dei playoff. Per questo penso che sia una competizione molto intensa, perché tutti vogliono vincerla e dimostrare che negli ultimi 4 mesi hanno lavorato duramente per essere una squadra migliore.

Penso che sia anche molto pesante per il fisico giocare tre partite in quattro giorni, e per di più in mezzo alla stagione. È importante arrivare molto preparati.

Per me è come tornare a quando giocavo il basket giovanile negli USA, dove capitava di giocare nei programmi giovanili anche due o tre partite ogni giorno, a 14 o 15 anni. Giocare tre partite in tre o quattro giorni spero di essere ancora in grado di farlo, ma se sei in grado e arrivi fino in fondo e sei l’ultima squadra rimasta, con la coppa nelle tue mani, ne sarà valsa la pena.

Nel 2015 hai vinto il titolo con Sassari. Penso sia uno dei ricordi più belli. Che ricordi hai di quel titolo?

"Quello che ricordo con più piacere è tutta la gente che è venuta a vederci. Giocavo a Sassari e non è un viaggio semplice, non è facile andare in trasferta in Italia e men che meno in Eurolega. I nostri tifosi sono venuti a vederci giocare a Desio e sono rimasti per tre giorni, per tutto il tempo hanno dimostrato l’attaccamento alla squadra. Sono venuti a supportarci, era tutto per noi. Abbiamo preso forza per tutti i tre giorni e siamo riusciti a vincere il titolo".

È importante perché si giocherà in campo neutro e quindi il supporto dei fan è importantissimo. Cosa pensi dei tifosi di Venezia? Ci saranno?

"Spero proprio di si. Stiamo mostrando loro un basket un po’ diverso nell’ultimo anno e un po’ più atletico, intenso, abbiamo tanti giovani in squadra. Anche il divertimento e gli scherzi tra di noi... c’è molto che mettiamo sul campo, penso che in molti lo abbiano notato, ed è per questo che ci guardano. I nostri tifosi sono gasati per la squadra, penso che viaggeranno".