Scatta la quarantena obbligatoria per i giocatori del Monza andati oltreconfine, società al lavoro per capire come ridurla

28.04.2021 19:37 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Scatta la quarantena obbligatoria per i giocatori del Monza andati oltreconfine, società al lavoro per capire come ridurla
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com

Come già avevamo riportato stamani, sono a rischio, per le prossime due gare di campionato, i calciatori del Monza che lunedì sono andati al Casinò di Lugano: sforati i confini nazionali, per Kevin Prince Boateng, Giuseppe Bellusci, Armando Anastasio, Christian Gytkjaer e Antonino Barillà (ma potrebbero essere 8 i biancorossi coinvolti nella vicenda) scatta il provvedimento di quarantena obbligatoria in conformità ai regolamenti sanitari italiani.
Ecco il motivo per il quale i giocatori salterebbero le prossime due ravvicinate partite, contro Salernitana e Lecce: l'ATS Brianza, infatti, intende imporre un'ordinanza restrittiva di 10 giorni. La società però sta cercando di capire come ridurre il periodo di quarantena fino a 5 giorni, periodo imposto dal Governo per chi arriva dalla Svizzera.