Brescia-Venezia: obiettivo tre punti, con uno sguardo alla zona playoff

21.11.2020 09:55 di Redazione Tuttoveneziasport   Vedi letture
© foto di Emiliano Foramiti
Brescia-Venezia: obiettivo tre punti, con uno sguardo alla zona playoff

Non saranno partite decisive per il campionato, ma i tre punti sono l'ideale per poter smuovere la classifica e aumentare il morale. Il Brescia di Diego Lopez accoglie il Venezia in questa ottava giornata di serie B: i padroni di casa sono reduci dal successo esterno col Cosenza, mentre gli ospiti arrivano dalla vittoria contro l'Entella. Le Rondinelle hanno una gara in meno rispetto agli avversari, dunque i tre punti assumono un peso specifico maggiore. La squadra di Zanetti però non verrà in vacanza al Rigamonti: l'obiettivo resta il successo, con uno sguardo alla zona playoff.

COME ARRIVA IL BRESCIA - I lombardi devono sistemare alcune situazioni, ma nel complesso c'è fiducia. Lo stesso Lopez ha confermato che la squadra si sta allenando bene e che la vittoria in casa del Cosenza ha dato una bella spinta ai suoi. Nelle scorse ore sono tornati i giocatori impegnati con le rispettive nazionali, molto probabilmente Chancellor e compagni partiranno dalla panchina: da monitorare Mateju, che potrebbe essere schierato sulla corsia mancina. La notizia più importante riguarda il ritorno della coppia gol Donnarumma-Torregrossa: i due tornano a disposizione in un momento fondamentale della stagione bresciana. Si va verso il 4-3-1-2 con Jagiello che potrebbe agire sulla trequarti.

COME ARRIVA IL VENEZIA - Quarto posto in classifica a un punto da Chievo e Salernitana, con 10 gol fatti in 7 gare. I veneti arrivano a questa sfida dopo il recupero vinto contro l'Entella e con la voglia di proseguire l'andamento positivo: escluse le due sconfitte stagionali gli arancioneroverdi hanno mantenuto il ritmo delle prime della classe. Tutti a disposizione, compreso Marino: da capire invece la condizione di Serena, che ha da poco smaltito un problema fisico. Forte e Johnsen potrebbero essere riconfermati in attacco, così come il 4-3-1-2 visto in Liguria.