De Raffaele: "Questa partita rappresenta la fotografia della prima parte della nostra stagione".

18.01.2022 23:00 di Alberto Bison   vedi letture
De Raffaele: "Questa partita rappresenta la fotografia della prima parte della nostra stagione".

Dopo una battaglia di 40 minuti la Reyer esce sconfitta nel match contro Bourg. Sentiamo le parole post partita di coach De Raffaele che analizza il match:

"C'è molto dispiacere per questa sconfitta, per com'è arrivata perché avevo chiesto ai giocatori una reazione, del sacrificio e credo che la squadra l'abbia fatto. Al di là dei tanti problemi tecnici, fisici e di assenze che abbiamo in questo momento. Dispiace perché abbiamo perso all'ultimo tiro. Dobbiamo prenderci la reazione di questa squadra che in mezzo a questi problemi sta provando a tirar fuori la testa. Credo che questa partita sia un po' la fotografia della nostra prima parte di stagione. Onestamente ieri sera si è infortunato Mazzola che ha giocato infiltrato, Brooks che si è visto che non ha più di tre minuti per quarto, Stone che continua ad avere i suoi problemi, Cerella che fin qui è stato utilizzato poco, dovrà subire un intervento chirurgico alla caviglia destra e fino ad oggi è stato gestito ma si porta avanti questo problema da agosto, quindi starà fuori dal campo per un po'. Ripeto la cose che dobbiamo tenerci in questo momento difficile sono il desiderio, la reazione, la possibilità che abbiamo avuto di portare a casa la partita o almeno di prolungarla ai supplementare. Bisogna tener botta, aspettare tempi migliori cercando di sistemare alcune cose anche con l'innesto dei nuovi giocatori. Potrei dire alcune cose sulle chiamate degli arbitri che sicuramente non sono state secondo me equilibrate nella valutazione, nel metro utilizzato, però così è e alla fine il risultato resta lo stesso e la partita non cambia."

Eravate riusciti a girare la partita nel quarto quarto, con un quintetto ultra-difensivo. Credo che il quinto fallo di Michele Vitali abbia inciso tantissimo?

"Si, perché era dentro la partita. L'abbiamo girata abbassando il quintetto, mettendo Julian da 4 insieme a Vitali e Cerella, abbassando il quintetto e attaccando. Michele Vitali era entrato e aveva messo Bourg in grande difficoltà in uscita dai blocchi. Credo che le valutazione degli arbitri sui falli fischiati a Michele credo siano state completamente sbagliate sia offensivamente che difensivamente. Però è andata così, sicuramente abbiamo risentito della sua assenza quando è uscito. Poi però siamo riusciti a riprendere la partita, abbiamo avuto un paio di disattenzioni prima dell'ultima azione. Abbiamo pagato ogni palla vagante che è tornata nelle mani di Bourg perché da queste situazioni hanno sempre segnato un canestro da 3 punti o comunque un rimpallo che li ha favoriti molto. Quindi, diventa difficile perché queste azioni vanno a colpire anche l'umore e l'animo che però da parte della squadra c'è stato. Dobbiamo pensare, compattarci e concentrarci su noi stessi, lavorare, aspettare che questo momento passi, inserendo e recuperando giocatori. Piangere non fa parte del nostro DNA cercheremo di fare il meglio possibile."