De Raffaele: "Trieste sta facendo bene, ha tanti giocatori di talento"

19.11.2021 17:55 di Alberto Bison   vedi letture
De Raffaele: "Trieste sta facendo bene, ha tanti giocatori di talento"

Domenica al Taliercio arriva la Pallacanestro Trieste. Gli Orogrnata vorranno sicuramente proseguire il trend positivo delle ultime settimane e tornare alla vittoria dopo la sconfitta di martedì contro la Virtus Bologna nel quinto round di Eurocup. Vediamo come coach De Raffaele ha presentato la sfida contro i giuliani

"Trieste è una squadra che ci precede in classifica, ciò dimostra quanto bene stia facendo in questa stagione. Una squadra che si è rinnovata abbastanza ma che è riuscita fin da subito a trovare una quadratura e un'identità, basandosi non soltanto sul talento di Banks ma anche sulla produttività di Delia e la leadership di Fernandez, che è sempre il giocatore con maggior controllo sulla squadra. In mezzo a questi i vari Konate, Sanders, stanno certamente disputando una stagione importante. Per quanto ci riguarda, senza mancare di rispetto a nessuno, devo mettere l'attenzione su di noi, perché il post Bologna non è stato fisicamente produttivo. Purtroppo l'infermeria è decisamente piena Vitali, Brooks e Stone non si sono allenati. Onestamente vi dico che domenica valuteremo chi scenderà in campo, cercheremo di avere un equilibrio. Queste sono cose Nell'arco di una stagione succedono, in questo momento sarebbe meglio di no, perché stiamo cercando di costruire un percorso. La squadra è costruita anche per queste evenienze, però se mancano quattro giocatori, compreso Bramos la situazione comincia ad essere impegnativa. C'è un po' di dispiacere perché nelle ultime partite sia Michele Vitali che Jeff Brooks stavano crescendo, è un momento un po' complicato sotto questo aspetto, non vorremo rischiare troppo perché poi c'è una pausa. Per quanto la partita di domenica sia importante, alla fine se ci saranno sarà una decisione dello staff medico."

Che tipo di infortuni hanno Brooks e Vitali?

"Vitali ha un problema al quadricipite,Brooks ha un problema agli adduttori, mentre Julian ha il solito problema alla spalla."

De Nicolao come sta?

"Andrea, seriamente vede male. I medici dicono che è una condizione con la quale deve convivere e che passerà con molto tempo, lui però ha una visione sfocata. Anche se non sta bene si è messo a disposizione della squadra per cercare di aiutare i compagni."

Al di là degli infortuni. Dopo la partita di Ulm, la squadra ha trovato prestazioni importanti?

"Sono comunque positivo e propositivo. Credo che sia una squadra che ha bisogno di percepire positività e un trend certamente di crescita al di là della sconfitta di Bologna con la Virtus. Però c'è la consapevolezza attraverso l'immedesimarsi in un sistema che pian piano si sta assimilando. C'è disponibilità da parte di tutti. Michael Bramos ha cominciato ad allenarsi con la squadra, anche se ha fatto solo corsa per 20 minuti. Questa è stata un' iniezione di positività per tutti. Questa è una notizia importante per tutti, quindi bisogna tener botta e aspettare che passi cercando di fare un po' di barricate."

Settimana prossima c'è la sosta per le nazionali. Qualcuno chi è stato convocato?

"Vitali è in dubbio perché se è infortunato sta a casa. Phillip ed Echodas sono stati convocati, il primo con l'Inghilterra e Martynas con la Lituania. Tonut sarà convocato con la nazionale italiana."

Trieste è molto forte a rimbalzo, quindi sarà una partit molto dispendiosa dal punto di vista fisico?

"Konate sta facendo una grande stagione dal punto di vista fisico. Devo dire che adesso in Serie A la presenza fisica sta diventando molto importante con tutte le quadre. Konate, Delia, Graziulis, lo stesso Lever è un pacchetto lunghi, Mian come 3. Ripeto, stanno facendo veramente un'ottima stagione".

Nel processo di crescita dell'ultimo mese si può inserire anche Daye?

"E' molto più in equilibrio, più sereno nella percezione di se stesso all'interno della squadra. Questo è importante perché lui è un giocatore che spazia in due ruoli, quando riesce ad essere efficiente diventa importante, sul talento non ci sono mai stati dubbi. Son d'accordo è completamente centrato. Sono contento perché era una delle situazioni importanti da sistemare e inquadrare."