Livorno-Venezia, LE PROBABILI, Firenze può crescere, un po' di rotazione

29.06.2020 08:00 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Livorno-Venezia, LE PROBABILI, Firenze può crescere, un po' di rotazione

Si torna già a giocare in Serie B. I tempi strettissimi per recuperare le partite rimandate a causa del Covid impongono di giocare al venerdì e al lunedì. Neanche tempo di gioire per il ritorno alla vittoria dunque che bisogna già pensare a ripetersi. L'avversario stavolta è il Livorno fanalino di coda, ma che con la Juve Stabia è riuscito a ottenere un 2-3 esterno pirotecnico. Guai dunque a sottovalutare i labronici perchè hanno solo 21 punti. Le qualità le hanno, anche se sarà assente Marras, il loro capocannoniere. Allo stesso modo Dionisi ha perso Aramu per infortunio. Cambierà dunque per forza qualcosa nel Venezia di stasera.

In porta davanti a Lezzerini potrebbe rifiatare il veterano Molinaro. Modolo ha avuto qualche problema ma ora ha avuto altri due giorni per testare la propria tenuta fisica e con tutta probabilità il capitano tornerà a guidare i suoi. Con lui Casale, con Cremonesi appena tornato tra i convocati, e Ceccaroni allargato sulla sinistra. Fiordaliso probabilmente partirà titolare anche in questa, ma il fino ad ora spesso ottimo Lakicevic scalpita. In mezzo Fiordilino in cabina di regia è una garanzia, difficile non inizi dal primo minuto. Più facile che a riposare sia Maleh, che corre tantissimo in campo. A questo punto non è assurdo pensare a una conferma di Vacca con Lollo o Zuculini al posto dell'italo marocchino. Verrebbe da pensare automaticamente all'argentino, che però non viene usato da diverso tempo.

Sulla trequarti è Firenze l'alter ego di Aramu, Marco è quello che forse si avvicina di più a Mattia nelle caratteristiche. Viene difficile pensare che sia Lollo a prendere il suo posto, anche se l'ex Empoli ha già giocato in passato dietro le punte. Davanti Capello e Longo. Monachello è rientrato infatti da poco mentre Zigoni ultimamente ha più minuti, ma in questa stagione non è mai partito titolare. Montalto invece è in fondo nelle gerarchie.

Venezia (4-3-1-2): Lezzerini; Fiordaliso, Modolo, Casale, Ceccaroni; Lollo, Fiordilino, Vacca; Firenze; Capello, Longo.