Venezia, Busio: "Siamo ancora lì e dobbiamo crederci. La mia crescita? Ho cambiato mentalità"

06.03.2024 11:16 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Venezia, Busio: "Siamo ancora lì e dobbiamo crederci. La mia crescita? Ho cambiato mentalità"

Gianluca Busio ha fatto il punto della situazione in casa Venezia quest’oggi in conferenza stampa. Queste le sue parole.

La sconfitta nello scontro diretto con il Como:

“Sicuramente è stata una bella partita tra due grandi squadre, due delle migliori del campionato. Spesso giochiamo bene questi match, ma poi i dettagli fanno la differenza, dobbiamo ancora migliorare per raggiungere risultati migliori. Non siamo felici della sconfitta, ma siamo lì, stiamo lottando e dobbiamo rialzare la testa in vista della prossima gara. Sul gol di Verdi ho provato a oppormi, ma non è bastato, forse la deviazione è stata di Sverko”.

Contro il Como anche due traverse che vi hanno fermato:

“Purtroppo, la sfortuna capita, nel corso della stagione siamo stati bravi a segnare tanto e a difendere bene, ma a volte va a male. Il pallone non è entrato, dovremo cercare di ancora di più nella prossima gara”.

TVS Giuseppe Malaguti – Cosa farà la differenza in queste ultime partite?

“Sicuramente la squadra potrà fare la differenza, ci vorrà l’aiuto di tutti i giocatori, anche chi gioca meno. Ogni punto conta in questo momento della stagione e servirà l’aiuto di tutti i compagni”.

TVS - Cos’è cambiato rispetto alla stagione scorsa? Qualcosa a livello tecnico e tattico?

“Per me è stato più un cambiamento di mentalità. Ho sempre pensato di avere talento per poter giocare a calcio bene, però forse dovevo trovare la motivazione giusta. In precampionato l’ho trovata, sapevo di aver le qualità per poter aiutare la squadra con gol e assist. Vanoli ha inciso in grande parte. È un grande motivatore, con i giocatori è molto diretto. Quando è arrivato non giocavo però mi ha sempre detto che aveva bisogno di me e voleva che facessi bene, volevo riconquistare la sua fiducia e quando è con te è uno degli allenatori migliori, volevo riconquistarmi la sua fiducia ed è andata bene”.

Vanoli sta battendo il tasto della qualità nell’ultimo terzo per fare un ulteriore step:

“Creiamo sempre tanto ma ci sono momenti della partita in cui possiamo mettere tutti più qualità. Creiamo tanto, segnamo tanto e vogliamo segnare ancora di più perché abbiamo qualità e abbiamo dimostrato di poter fare tanti gol, migliorando ancora un po’ con il lavoro ci riusciremo”.

Prossimo avversario il Bari:

“Penso che sarà importante fare bene in questa partita, conosciamo il Bari, è una buona squadra con giocatori di qualità. Veniamo da una sconfitta e vogliamo rialzare la testa facendo bene contro il Bari”.

Nelle ultime gare gli avversari hanno trovato diversi grandi gol:

“Sicuramente ultimamente c’è un po’ di sfortuna, i nostri avversari hanno fatto grandi gol. Se capita più volte però evidentemente dobbiamo migliorare anche noi e vogliamo farlo”.

Avete incontrato il ct USA dopo il derby con il Cittadella?

“Sì io e Tessmann abbiamo parlato con lui post gara, abbiamo parlato delle Olimpiadi, della nazionale, sono felicissimo, è bello che il ct della tua nazionale sia lì a osservarti”.

Credi nella Serie A?

“Ci credo perché se non ci credi non succede. Siamo ancora lì in lotta, dobbiamo continuare a crederci fino all’ultimo”.