Venezia, grana infortuni per Vanoli: il quadro tra recuperi e assenze

La partita contro l'Ascoli ha lasciato qualche strascico tra i giocatori del Venezia. Incertezze che si aggiungono alle altre diverse defezioni in rosa
05.12.2023 08:00 di Flavio Zane   vedi letture
Venezia, grana infortuni per Vanoli: il quadro tra recuperi e assenze

L'emozione dell'esordio stagionale di Maximilian Ullmann e quello assoluto di Lorenzo Busato con la maglia del Venezia nel corso dell'entusiasmante vittoria contro l'Ascoli in Serie B, eludono in un certo senso le diverse defezioni con cui mister Vanoli e la sua squadra starebbero convivendo da qualche tempo a questa parte. I semplici crampi che Marco Modolo ha accusato nel finale dell'ultimo match hanno portato l'allenatore degli arancioneroverdi proprio a far esordire il classe 2004 scuola Venezia, evidenziando allo stesso tempo la totale mancanza di alternative da cui poter attingere.

Se per il capitano arancioneroverde non dovrebbero esserci dubbi sulla sua presenza a fianco di Giorgio Altare nella delicata trasferta contro la Cremonese, da valutare saranno invece le condizioni di Ellertsson, Zampano e Joronen, usciti acciaccati dalla partita con l'Ascoli. I primi due e in particolare l'islandese non sembrerebbero comunque preoccupare particolarmente. Dopo aver ricevuto un pestone nel finale del primo tempo contro l'Ascoli, l'ex Spezia ha continuato a zoppicare vistosamente per alcuni minuti, scendendo però poi nuovamente in campo nella ripresa fino alla sostituzione nove minuti più tardi con Mato Jajalo.

Se per Mikael Ellertsson non parrebbero esserci ulteriori strascichi, qualche dubbio maggiore aleggerebbe sulle condizioni di Francesco Zampano. Sostituito a metà secondo tempo per un indurimento al flessore, il giocatore verrà valutato in questi giorni così come il portiere finlandese Jesse Joronen, fermato nel riscaldamento pre gara da un problema al polpaccio che il mister nella conferenza stampa post gara non ha potuto definire nei dettagli. Anche in questo caso l'entità del problema dovrà essere chiarito: se il tecnico non avrà la certezza che il numero uno arancioneroverde stia al 100% della condizione, questi sarà preservato anche per il prossimo impegno.

Dallo stop più recente a quello più datato in ordine di tempo, sarà inoltre da monitorare lo stato del recupero di Marin Sverko: il difensore del Venezia è da tempo afflitto da noie fisiche che ne limiterebbero l'utilizzo. Con l'Ascoli, il croato ha dato forfait e il suo recupero è un punto di domanda: dalla società non trapelano notizie e difficilmente si saprà qualcosa di più fino alla conferenza di vigilia di mister Vanoli del prossimo match di campionato. Considerando anche le possibili condizioni non ottimali di Zampano, un suo rientro sarebbe ancor più di grande rilevanza.

Tra i giocatori il cui recupero sarebbe avvolto dall'incertezza c'è quello di Joel Pohjanpalo, afflitto da una fascite plantare. Nel post partita di sabato scorso, il tecnico degli arancioneroverdi ha parlato di un miglioramento della condizione, ma la sua presenza nella sfida contro la Cremonese resta fortemente in bilico. Estremamente incerta anche la situazione di Marco Olivieri, KO dopo pochi minuti dal suo ingresso contro il Bari a causa di pregresse noie fisiche che lo starebbero tormentando da molto tempo.

Infine, non ci dovrebbero essere sorprese dai lungodegenti. Se per Jay Idzes i tempi sono ancora indefinibili, una buona notizia arriverebbe quantomeno dal fronte Mikael Svoboda. Il difensore arancioneroverde, assente da inizio stagione, avrebbe finalmente superato lo step della prima fase post infortunio e starebbe svolgendo una fase di riatletizzazione con carichi aggiuntivi. Il giocatore dovrà certamente recuperare la condizione, in completo ritardo considerando che il difensore austriaco non ha neppure preso parte al ritiro estivo del Venezia. Vista la situazione di emergenza nel reparto arretrato non sorprenderebbe però un ipotetico reintegro del giocatore nel giro di alcune settimane.