Venezia, Gytkjaer: "Il girone di ritorno in B è molto diverso, ma siamo ancora lì ed è lunga"

24.01.2024 10:10 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Venezia, Gytkjaer: "Il girone di ritorno in B è molto diverso, ma siamo ancora lì ed è lunga"

Christian Gytkjaer ha parlato quest’oggi in conferenza stampa per fare il punto della situazione in casa Venezia, soprattutto alla luce della sconfitta contro il Cosenza. Queste le sue parole.

Com’è il morale dopo la sconfitta con il Cosenza?

“Il morale è buono, siamo già pronti per la prossima. È stata una sconfitta che non dovrebbe succedere, però è ancora lunga, siamo ancora lì, dobbiamo mettere da parte gli errori, lavoriamo per quello ogni giorno, siamo pronti per la prossima”.

Ultimamente state prendendo qualche gol di troppo:

“Difendiamo in undici e attacchiamo in undici, il calcio moderno è così. Dobbiamo riuscire a esaltare la qualità e lavorare, ci alleniamo tutti i giorni per essere già pronti per la prossima gara”.

Ti sei dato una spiegazione sulla prestazione al di sotto delle aspettative contro il Cosenza:

“Non saprei, nel calcio il girone di ritorno è diverso, ci sono squadre che devono trovare punti per sopravvivere. Dobbiamo capire anche noi che affrontare il Cosenza ora è diverso che affrontarlo a settembre perché ora loro vanno a caccia di punti per sopravvivere”.

TVS Giuseppe Malaguti – La classifica resta buona nonostante il periodo, ora c’è la Ternana:

“Siamo ancora lì ed è ancora lunga. Abbiamo l’opportunità già sabato di mettere da parte la sconfitta. La B non è facile, partite facili non ce ne sono. La Ternana ha qualità, come il Cosenza e come tutte le altre squadre, dovremo essere pronti al 100%”.

Il segreto nella lotta per la Serie A?

“Non c’è un segreto, è dura, è lavoro lavoro lavoro”.

Il Parma è già in fuga?

“Non guardo alle altre perché dobbiamo vincere le nostre partite, poi arriva il resto. Cosa fa il Parma o altre non ci riguarda, dobbiamo essere concentrati su noi stessi”.

Ti sei fatto trovare pronto anche contro il Cosenza, sei andato in gol nonostante la sconfitta:

“In un campionato come questo servono tutti, non ne bastano 13/14, ne servono 25 pronti a dare tutti il loro contributo. Siamo tutti pronti, stiamo bene, dobbiamo tornare a vincere”.

Hai trovato casa a Venezia?

“Sì, l’ho trovata, zona Dorsoduro, per me Venezia è un’opportunità, un’esperienza. Barchino come Pohjanpalo? Vediamo, mia moglie è capitano di una barca da pesca, potrebbe guidare lei (ride ndr)”.