Zanetti: "Sconfitta che ci può stare ma che non sposta il nostro cammino. Analizzeremo quei venti minuti in cui si è spenta la luce"

06.03.2021 19:27 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato Giuseppe Malaguti
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Zanetti: "Sconfitta che ci può stare ma che non sposta il nostro cammino. Analizzeremo quei venti minuti in cui si è spenta la luce"

Mister Paolo Zanetti ha inquadrato nel post partita la sconfitta del Venezia contro il Brescia, queste le sue parole: "Oggi siamo qua a parlare di una sconfitta e sono poco abituato, era due mesi che non succedeva. Una sconfitta che ci sta per quanto visto sul campo, nei venti minuti della ripresa abbiamo subito di tutto. Nel primo tempo invece abbiamo fatto una buona partita, poi alla prima occasione del Brescia ci ha fatto gol e oggi non siamo stati bravi a gestire la situazione di svantaggio, abbiamo attaccato fuori equilibrio concedendo al Brescia la possibilità di chiuderla. Fino alla fine ci abbiamo provato, ma ci sono anche queste partite, questa sconfitta non sposta il nostro cammino, arriva dopo un periodo in cui abbiamo dato il 110% e non mi sento di colpevolizzare nessuno. Abbiamo avuto l'assenza pesante di Forte all'ultimo, ha avuto un problema muscolare, sperando non sia niente di grave. Ora recuperiamo le forze in vista della prossima".

In mezzo prima il centrocampo a tre che poi è diventato a due per cercare di rimettere in piedi il match.

"Siamo partiti a tre perché il Brescia ha un ottimo palleggio, ha qualità tecniche e fisiche, avrebbe le capacità per andare in Serie A, oggi in diversi frangenti la loro forza si è vista. Dovevamo essere coperti, più equilibrati. Poi abbiamo provato inserire gli esterni veloci per rimetterla in piedi e c'è stato un momento in cui l'inerzia si stava spostando verso la nostra parte. Nei venti minuti dopo l'intervallo però la luce si è spenta e la cosa va analizzata, poteva essere più pesante il passivo. Analizzeremo quel frangente per capire cosa non abbia funzionato, come sempre studieremo cosa non è andato per migliorare".