Venezia-Reggiana, Joronen: "Nel secondo tempo siamo mancati in velocità e ritmo. Ci vuole più disciplina mentale"

01.04.2024 19:35 di Flavio Zane   vedi letture
Venezia-Reggiana, Joronen: "Nel secondo tempo siamo mancati in velocità e ritmo. Ci vuole più disciplina mentale"

Nel post partita del match perso dal Venezia contro la Reggiana, ha parlato il portiere degli arancioneroverdi, Jesse Joronen. Di seguito le parole espresse ai microfoni dei giornalisti.

Una sconfitta che brucia più per il modo che è arrivata che per il risultato in sè:

Sì, noi forse dopo i due gol dovevamo essere più bravi e più attivi mentalmente per chiudere sul 2-0. Questa è la Serie B. La Reggiana nel secondo tempo ha fatto una buona partita. Noi dovevamo essere più bravi, più veloci e tenere il ritmo più alto con e senza palla.

Nonostante questa sconfitta il bello della stagione deve ancora venire?

Sì, il calcio è così e bisogna girare la testa velocemente. Siamo tutti appaiati con questo risultato. Ora dovremmo fare un lavoro di testa per Ascoli e recuperare i punti. Dobbiamo essere disciplinati mentalmente per andare avanti.

Cosa ha condizionato il secondo tempo del Venezia?

Non c'è solo una cosa. E' stata un accumulazione di tante cose piccole. Come detto, ci vuole più disciplina mentale. Dobbiamo essere più bravi a tenere il ritmo più alto perché noi siamo fatti così. Abbiamo lavorato tutto l'anno per essere in questa posizione e dobbiamo continuare a fare così.

Vi siete parlati tra di voi per testare il livello di delusione?

Le cose di spogliatoio non si rivelano.

Cosa è successo in occasione dell'autogol di Altare?

Non ho visto. Devo guardare domani con il video. Ci alleneremo per evitare che questo possa nuovamente succedere. E' una cosa che riguarda l'attenzione di tutti. Noi siamo un gruppo molto unito e dobbiamo continuare ad esserlo, anche in situazioni molto difficili. Perchè quest'anno è stata la nostra forza.

Temi che possa subentrare un pò di scoramento?

Noi dobbiamo continuare ad allenarci ad un intensità altissima e giocare così. Questo aiuta la mentalità e la disciplina mentale. Dobbiamo guardare a cosa abbiamo fatto e pensare partita per partita.

La sosta può aver tolto un pò di energia?

No. Per giocare in Nazionale devi essere un professionista di alto livello e bisogna esserlo anche quando torni a casa per giocare in campionato. Questa è la richiesta del calcio e noi dobbiamo essere pronti.