Reyer-Trieste, PAGELLE, Watt e Stone sugli scudi per una bella vittoria

09.09.2020 08:30 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
Reyer-Trieste, PAGELLE, Watt e Stone sugli scudi per una bella vittoria

Casarin sv - Pochi minuti stavolta per il ragazzo;

Stone 8 - Sfiora la doppia doppia, nel momento decisivo della partita, quando c'è da strappare, piazza le triple e gli assist (4 per lui) decisivi per il successo orogranata. Sposta gli equilbri sia nel punteggio che sul parquet, visto che per 9 volte va a rimbalzo con successo;

Bramos 6,5 - Molto lontano da essere il capitano scintillante che conosciamo, in questa partita si sblocca dall'arco mettendo la prima tripla e aumenta l'intensità prendendo 4 rimbalzi. Il giocatore sicuro di prendere tutti i tiri non c'è ancora, ma è un inizio;

Tonut 7 - Non fa cose trascendentali, ma è la costanza di rendimento nell'arco del minutaggio concessogli. Tanta forza in entrambe le aree;

Daye 6,5 - Meno incisivo del solito, recupera mettendo il tiro giusto al momento giusto senza sbagliare;

De Nicolao 6 - Il play gioca la sua onesta partita, senza strafare;

Vidmar 6,5 - Entra per far rifiatare Watt e lo sloveno premia la scelta di De Raffaele di portarlo in panchina al posto di Fotu. In questa partita servivano centimetri e fisicità, il lungo dà tutto quel che può e si vede. Fa spendere falli, è molto presente per pulire il tabellone avversario e si regala anche una stoppata, permette alla Reyer di spingere sull'acceleratore anche quando Mitchell deve rifiatare;

Chappell 6,5 - La fluidità dei meccanismi offensivi è impressionante e Jeremy dimostra ancora una volta di trovarsi alla perfezione con i compagni. Stavolta però dall'arco la mira è da rivedere, aiuta a presidiare l'area orogranata;

Mazzola 6 - Stavolta molto più presente in campo rispetto all'ultima partita in cui Udanoh lo aveva fatto impazzire. Al tiro però c'è da togliere un po' di pesantezza, troppi tiri sbagliati;

D'Ercole sv - Qualche minuto per le rotazioni;

Cerella 7 - Entra e la lotta punto a punto finisce diventando un monologo Reyer. La sua carica agonistica si trasmette ai compagni che, approfittando anche dei cambi, piantano l'allungo decisivo per la vittoria. Fondamentale anche se non mette punti;

Watt 8,5 - Come da tradizione riscatta una partita deludente con una prestazione mastodontica. Trieste appena finiscono le energie non lo tiene più in alcun modo, 22 punti e 8 falli fatti mettere a referto ai giuliani. I 5 rimbalzi sono pochi per lui, ma quando è così implacabile il dettaglio passa in secondo piano