Fine mercato, il Venezia centra gli obiettivi previsti e chiude con il colpo Cheryshev

02.09.2022 18:59 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Fine mercato, il Venezia centra gli obiettivi previsti e chiude con il colpo Cheryshev
© foto di Giuseppe Malaguti

Si chiude la sessione estiva del calciomercato 2022/23 e il Venezia può dire di aver centrato tutti gli obiettivi, senza aver lasciato lacune evidenti rispetto ai piani iniziali. Il voto complessivo è un prudente 6,5 dato dal fatto che i tanti stranieri devono riuscire a fare gruppo e che i due gioielli, Pohjanpalo e Cheryshev, hanno una storia infortuni articolata, ma con un trend in miglioramento. Una valutazione dunque che potrebbe essere sicuramente rivista al rialzo già tra poche partite. Gli arancioneroverdi oltre al tasso tecnico stavolta, perseguendo comunque la filosofia tendente all'estero, hanno inserito anche esperienza.

Tra i portieri Jesse Joronen (al di là dei dubbi più o meno giusti sul quanto sia stato corretto inserire in trattativa il giovane Galazzi) è una garanzia. L'ex Brescia ha già messo in mostra parate importanti e decisive ai fini del risultato finale. Un estremo difensore che probabilmente alza livello anche rispetto a quanto visto l'anno scorso in Serie A. In difesa l'inserimento di Zampano porta tantissima esperienza per la categoria, mentre quello di Wisniewski dà tanti centimetri al duo centrale. Curiosità intorno a Zabala e Candela, due giovani uno da scoprire e l'altro atteso da un ulteriore step in avanti dopo aver ben figurato a Cesena.

In mezzo al campo tantissimo talento da sgrezzare. La permanenza di Cuisance è da considerare forse come il vero colpo da novanta (già decisivo in due gare sue due), con Busio ora messo da play basso che non convince, ma parliamo di un ragazzo che di mezzi ne ha tanti e se Javorcic dovesse trovare la giusta chiave di lettura con lui avrebbe un altro fenomeno per la B. La conferma poi di Crnigoj regala una fisicità quasi introvabile in tutta la cadetteria, oltre che regalare ai tifosi la permanenza di uno degli idoli della curva. Curiosità infine intorno a Kofod Andersen, Pecile e De Vries, tutti e tre dotati di mezzi ancora da scoprire a fondo.

Davanti i colpi di grido che potrebbero spostare tanto gli equilibri. Senza nulla togliere a Novakovich e Pierini, che sicuramente hanno mezzi per dare il loro contributo in Serie B e che ti danno anni di esperienza in cadetteria, Cheryshev e Pohjanpalo rubano sicuramente l'occhio. Il primo si è svincolato dal Valencia, ha giocato con il Villarreal, il Siviglia e la Castilla del Real Madrid esordendo anche in prima squadra. Un profilo che, quando sarà al top, ha mezzi per illuminare il Penzo a suon di giocate. Il centravante finlandese invece ha sempre portato gol pesanti.

In calce video.