Reyer, Spahija: "Questa sera abbiamo giocato con grinta e spirito di sacrificio"

05.12.2023 23:00 di Alberto Bison   vedi letture
Reyer, Spahija: "Questa sera abbiamo giocato con grinta e spirito di sacrificio"

Davanti ai 2636 spettatori del Palasport Taliercio la Reyer Venezia cade nel 10° turno di Eurocup contro i London Lions per 91-95. Direttamente dalla sala stampa il coach orogranta Neven Spahija commenta così la prestazione della sua squadra:

Coach Neven Spahija:

"Prima di tutto voglio fare le congratulazioni a Londra che ha giocato meglio di noi ed ha meritato la vittoria. Rispetto all'ultima partita abbiamo combattuto duro contro un avversario forte, è vero che abbiamo commesso qualche errore ma la squadra ha dato tutto quello che aveva sul parquet. Lo spogliatoio è unito e da domani si torna a lavorare sulle cose da migliorare e fare meglio."

Questa sera la sua squadra ha sofferto molto Olaseni che ha totalizzato 23 punti e 12 rimbalzi?

"Questa sera abbiamo dato poco spazio a Tessitori. Nella posizione di cinque abbiamo utilizzato molto Aamir Simms che non è un vero cinque. Però abbiamo tenuto bene a rimbalzo e fatto tante cose positive anche senza un lungo puro. In questo momento Tessitori sta soffrendo ma io credo che Tex possa tornare subito a giocare sui suoi livelli. Questa partita è un esempio di come in questa squadra manchi un lungo puro. Ma ancora una volta ripeto che non voglio aggiungere un lungo solo per avere un giocatore in più, ma se dobbiamo firmare un lungo deve avere delle caratteristiche affini al nostro stile di gioco. Una statistica che mi sorprende sono i 40 tiri liberi concessi a Londra. Dopo la partita di Trento mi sono arrabbiato molto con la squadra e in queste quaratotto ore abbiamo lavorato sodo per preparare al meglio anche questa partita".

L'Inizio del terzo quarto in cui Londra ha reagito è stato il momento chiave della partita?

"Londra ha giocato bene per molti minuti di partita, specialmente nel secondo tempo. Anche noi siamo riusciti ad essere efficaci in motli minuti della partita. Si, comunque concordo sul fatto che Londra sia riuscita ad essere maggiormente efficacerispetto a noi nel terzo quarto. Ma la cosa che più mi preoccupa sono le rimonte che abbiamo subito, anche questa sera eravamo sopra di 12 punti e in pochi minuti Londra è riuscita a ribaltare la partia. Però la cosa che maggiormente mi importa di questa sera è la reazione che la squadra ha avuto questa sera, dopo la bruttissima prestazione di Trento. Perché quando si perde giocando una partita si capiscono quali soo gli errori e si capisce come lavorarci sopra per non ripeterli più".