Il punto sulla difesa del Venezia, da chi ripartire in B?

20.05.2022 08:00 di Pierangelo Rubin   vedi letture
Il punto sulla difesa del Venezia, da chi ripartire in B?
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo aver compiuto una disamina sul ruolo dell’estremo difensore arancioneroverde per la prossima stagione, ci apprestiamo ad analizzare il resto del pacchetto difensivo.
Le certezze allo stato attuale delle cose dovrebbero essere gli italiani Cristian Molinaro e Marco Modolo, il ceco Aleš Matějů e gli austriaci Michael Svoboda e Maximilian Ullmann.

Il trentottenne Cristian – utilizzato col contagocce (eufemismo) nell’anno 2022 – dovrebbe rappresentare il backup di Ullmann – un altro che il campo lo ha visto col binocolo – sulla fascia sinistra, visto che il surinamese Haps pare abbia le valigie in mano.
I centrali difensivi titolari sarebbero il viennese Svoboda e il sandonatese Modolo, entrambi alla ricerca di conferme. Se infatti Michael non è sempre stato una pedina inamovibile nello scacchiere veneziano, Marco lo si è visto più in panchina che in campo e l’infortunio (con conseguente operazione) al ginocchio delle ultime settimane non gli ha di certo aiutato nel trovare il proprio spazio nell’undici. Tutta da valutare la posizione di Ceccaroni che in assenza di offerte da altri club potrebbe restare in laguna.
La corsia di destra, visto che Ebuehi a fine mese tornerà a Lisbona al Benfica, sarà occupata dal boemo Matějů, entrato a pieno ritmo nella formazione iniziale della squadra solo nello scorso aprile.

Ragion per cui la prossima stagione il Venezia potrebbe schierare questa difesa (da destra a sinistra): Matějů, Svoboda, Modolo, Ullmann (Molinaro). Basterà per la Serie B? Si confida in buoni rincalzi per i titolari, inoltre vi è da sottolineare che Svoboda e Modolo hanno già dato, soprattutto l'italiano nelle stagioni passate, buone prove della propria affidabilità.