No ste curarve de Franko!

10.01.2022 16:10 di Manuel Listuzzi   vedi letture
No ste curarve de Franko!

Digerita la scorpacciata delle brutte notizie calcistiche arrivate ieri?
Bon, provemo a dire quello che nessuno cielo dice!1111!

1) Padre Nostro che sei nei Cieli
Sia santificato il tuo nome (…) e, sopratutto, dacci anche oggi il nostro golletto immediato quotidiano.
Se fossi Zanetti, oltre a portare la pace nel mondo e a convincere Djokovic a vaccinarsi, comincerei a preparare le partite dando per assodato che si parta dall’0-1.
(O dallo 0-2, dipende di che tempo parliamo).
Diamolo ormai per scontato: palla al centro, gol.
Ormai xe un classico.
Come i regali dei ReMagi (sempre quei da 2021 anni…pezo de me zia coe savatte).
Come che “Vacca ancuo no zoga perché no xe in forma”.
Come i petini della Salernitana co zoga contro nialtri.
Per carità…mejo cussi che ciapar el pero al 94, ma…

2) Pitti Uomo
Dopo aver “onorato” il nostro ritorno a San Siro co ea maja che uso de soito par coverzer el motor del barchin, stavolta podevimo finalmente mostrarghe al Milan ea maja quea stupen….ehm..quea beissim….sì, insomma: ea prima.
..E ve confesso che, in un momento de deboessa, a ea fine ea gò anca comprada…giusto par averle tutte.
G’era un sabo mattina, dopo 3 spritz al select bevui prima de magnar.
Un scherso me ze costai (da sobrio probabilmente ea gavaria ‘assada eà).

3) Il Luogo Del Delitto
Non so voi, ma io sono rimasto molto, molto turbato nel vedere Tonali di nuovo lì.
Lì, dove la sua carriera poteva finire precocemente per mano del Maligno, durante un tremebondo Venezia-Brescia di qualche anno fa.
Lì, dove ancora risuona fortissimo il suo atroce urlo di dolore.
Lì, dove lo spietato serial killer Marcello Falzerano (noto macellaio…) diede ad un giovanissimo Tonali un buffetto che partorì una sceneggiata epocale (Tonali) e 3 giornate di squalifica (Falzerano).
(Doboto no me ricordo neanca el compleanno de me morosa, ma certe robe no me’e desmentego neanca dopo 5 bionde medie).
Per non smentirsi, el genio de Tonali completa l’opera facendosi ammonire gratuitamente sullo 0-3 per impedire a Johnsen de andar in porta (ocio…che paura…): in compenso salterà la partita con Lo Spezia.
Grassie coco.

4 Non Contano Le Dimensioni…Conta Come Lo Usi
Sti qua gà gente come Ibrahimovic, Tonali, Leao, Maradona, Platini, Pelè…e me vien a romper i ….. che al Penzo el campo xe piccoeo.
Co i campioni che gavè vardè ‘e misure del campo?!?
E mi che me ‘amentavo che go Tessman in squalifica cossa dovaria far?!

5) Fa Un Ben….Daghe ‘Na Man A To Nona
No so se ghe cavè fatto caso, ma Romero co se alsa da tera dopo na parada gà sempre ea smorfia tipica dei nonni co se tira su da ea poltrona.
Se ti vardi ben el labbial, so sicuro che se vede anca che dize “oplà”.
Mai come in questo caso: bea vecio!

6) Ma VaR in zo, va eà….
Ma Florenzi che, sullo 0-1, trattiene Henry in area…
Ma el Var?…darghe ‘na meza ociada?
Ghe xe qualche ASL che gà proibio ai arbitri de andar a vardar?
Ah no…Dazn gà dito che quella de Florenzi se ciama “esperienza”.
Ah ok, a posto.
Piuttosto Errati preferisce andar a vardar el Var su un mani palesemente inesistente.
Cussi femo veder che semo imparziali.
Bravo.
A posto da novo.

7) E mi chi so? El fio de’a serva?
Come tutti sanno, Bilica è passato alla storia per aver parato un rigore a SanSiro.
Purtroppo lo sapeva anche Svoboda, fermamente intenzionato ad eguagliare le gesta dell’indimenticato Fabione.
Anzi, Svoboda era intenzionato a superarle quelle gesta: “Bilica gà parà un rigor? Eora mi ghe ne procuro co ‘na puttanada epica, pò paro un tiro su ea linea e pò me fasso anca buttar fora…vaben?!?”
Ben fatto Michael.

8) Esito Positivo
In un giornata che di positivo avrebbe soltanto l’esito di troppi tamponi, diciamo che anche l’esordio di Cuisance lo è stato.
Pò basta.

Animo, chè bisogna darghe ‘na man a Sua Panchinità il Mister e ai fioi.
Xe vero che, come dice Zanetti, soeo ricordandose che semo i più scarsi podemo FORSE salvarse.
Ma mi go sempre avuo un debo’e par quei scarsi, tranne ea volta che tra Beatles e Rolling Stones gò scelto de tifar per i Beatles.
Per cui avanti tutta, muso duro baretta fraccada.
Come sempre.
Eviva!