Collauto: "Cuisance è un grosso regalo della proprietà. Solbakken? Interessa, ma dipende da tante situazioni"

07.01.2022 12:15 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Fonte: Giuseppe Malaguti, trascrizione a cura di Davide Marchiol
Collauto: "Cuisance è un grosso regalo della proprietà. Solbakken? Interessa, ma dipende da tante situazioni"
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Presentato questa mattina in conferenza stampa Michael Cuisance, nuovo acquisto del Venezia, per l'occasione era presente anche il ds Collauto che ha parlato del ragazzo e anche di calciomercato, queste le sue dichiarazioni.

Prende la parola il ds Collauto che parla della partita di ieri:
"Inizio subito con una piccola polemica nata post. Abbiamo regalato tre maglie ai tre tifosi che abbiamo visto, non eravamo consapevoli che fossero in sette ad averci seguito nonostante l'annullamento del match. Avessimo saputo che c'erano altri avremmo regalato a tutti e sette una maglia, non ci perdiamo in queste cose, pensavamo fosse un bel gesto, puntualizzo perché c'è sempre qualcuno pronto a far polemica su queste cose. Il gesto era meritato perché questi ragazzi si sono sobbarcati tanti chilometri sapendo che la squadra non avrebbe giocato, i quattro tifosi che mancano possono venire da me e chiedere le maglie meritate sul campo".

Si passa a presentare Michael Cuisance, il nuovo acquisto del mercato invernale:
"Cuisance è un grosso regalo fatto dalla proprietà, è un giocatore di grandissimo talento e non lo scopriamo noi. Arriva da un club importante, ma al di là di quello si tratta di un giocatore giovane, di grande talento, prospettiva e personalità. Sicuramente sarà un tassello importante per gli obiettivi che vogliamo raggiungere. E' un'operazione importante da parte del club, con il nostro avvallo ma è stata decisiva la volontà del presidente Niederauer. Alex Menta già diverso tempo fa aveva iniziato a battere la pisa e ora abbiamo un giocatore dal talento importante, il campo sicuramente confermerà le sensazioni che abbiamo. La scelta sul giocatore è una scelta importante da parte nostra dal punto di vista economico e dell'investimento. Cifre? Non è mia usanza darle, non è corretto, ma è stato fatto uno sforzo importante".

Giuseppe Malaguti - Per Collauto, anche per Cuisance un quadriennale, un altro segnale importante:
"Credo sia stata fatta un'operazione nel complesso indirizzata a valorizzare il giocatore ma anche un investimento importante perché è un giocatore importante, ma non solo perché arriva dal Bayern Monaco ma anche per le qualità del giocatore. E' un ragazzo che ha qualità evidenti, speriamo si trasformino in sostanza ma ha tutte le credenziali per spaccare. La scelta che ha fatto Cuisance è di grande personalità, l'anno scorso era in una squadra importante come il Marsiglia, deve ancora esplodere del tutto, è un ragazzo ancora molto giovane e accettare Venezia è una scelta di grande personalità e di consapevolezza di voler arrivare a un nuovo standard di rendimento che le sue qualità gli può permettere. Più di cosa non sia andato al Bayern parlerei di un percorso che sta facendo, ha fatto una scelta forte per migliorare".

Ci sono novità di mercato?
"Oggi no perché siamo già vicini alla partita con il Milan e siamo concentrati lì, dobbiamo sfruttare tutte le forze e tutto il tempo che abbiamo per pensare a quella gara. Per il mercato c'è tempo, qui c'è un gruppo di lavoro che lavora 24h su 24 e quindi riusciamo a fare tante cose, dopo la partita torneremo a pensare a cosa c'è da fare".

Fiordilino è stato inserito in lista nei convocati al posto di Romero:
"Era indisponibile, magari per domenica recupera, abbiamo tre portieri importanti, Lezzerini, Maenpaa e Romero, chi gioca fa bene, abbiamo una vasta scelta siamo fortunati".

Solbakken è un giocatore che può interessare?
"È un giocatore forte e che ci interessa, poi dipende da tante situazioni. Il mercato di gennaio è diverso da quello estivo, sta facendo bene al Bodo, sicuramente altre squadre lo stanno tenendo d'occhio. In questo momento non c'è una trattativa in corso, magari tra una settimana sì, dipenderà da tanti fattori e dalle nostre esigenze".

Caldara e Tessmann che erano squalificati saranno schierati o non rischiereti?
"Vediamo, sono cose che valuteremo con gli avvocati, la realtà è che è una situazione ridicola dove nessuno si sta prendendo una responsabilità, quindi in questo momento non sappiamo cosa fare. L'unica realtà è che abbiamo fatto una trasferta contro una squada che non poteva presentarsi e quando succede di solito si vince a tavolino, poi sappiamo come vanno le cose. Però di mezzo ci finisce la regolarità del campionato e questo non lo accettiamo".