Maleh: "Imparo dai calciatori più esperti come ad esempio Molinaro, Bocalon e capitan Modolo"

16.04.2021 22:02 di Davide Marchiol Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Maleh: "Imparo dai calciatori più esperti come ad esempio Molinaro, Bocalon e capitan Modolo"

Youssef Maleh ha partecipato all'ultima edizione del format di DAZN Growing Together, queste alcune delle dichiarazioni riportate da pianetaserieb.com: “Ho iniziato dal basso, sono uscito dal Cesena per poi fare un percorso di due anni con il Ravenna, dunque ho sudato molto per arrivare a questo punto. La Serie C è un campionato molto fisico e duro, non facile come può sembrare da fuori. 

Avere dei buoni maestri è importante, nel mio percorso non ne ho avuti tanti dai quali apprendere, però imparo dai calciatori di maggiore esperienza con i quali ho avuto la fortuna di giocare, come ad esempio Molinaro, Bocalon e il capitano Modolo. Cosa vedo nel mio futuro? La crescita, posso migliorare ancora tanto e cerco di farlo giorno dopo giorno grazie al lavoro. Gioco qui da due anni, questa città è tra le più belle al mondo e trasmette tanta serenità e bellezza in noi calciatori.

Andare allo stadio in vaporetto è una cosa molto particolare, però successivamente diventa normalità. Mister Dionisi? Con lui ho avuto e continuo ad avere un grande rapporto, così come con il suo staff. Sono cresciuto tantissimo anche dal punto di vista offensivo, ringrazio anche mister Zanetti, perché questo è l’anno della consacrazione in Serie B, ci sta trasmettendo quello che lui è stato da giocatore, ovvero voglia di vincere e non mollare mai, perché bisogna crederci sempre. È una persona che ci dice quello che pensa e grazie a questo stiamo crescendo tantissimo, tutti.

Ho origini marocchine, i miei genitori sono entrambi del Marocco. Io sono nato qui ma ho tanti dei loro valori. Mi sento italiano, quest’estate mi ha chiamato Nicolato per un incontro e chiedermi se fossi convinto, non ebbi dubbi nel dire che sarei stato orgoglioso di vestire la maglia della Nazionale, è stata un’emozione unica. Il mio obiettivo? Raggiungere la Serie A con il Venezia“.