Bologna-Venezia, PAGELLE, Caldara e Ceccaroni non ne sbagliano una, la fortuna aiuta Busio e Okereke

21.11.2021 17:08 di Davide Marchiol Twitter:    vedi letture
Bologna-Venezia, PAGELLE, Caldara e Ceccaroni non ne sbagliano una, la fortuna aiuta Busio e Okereke
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Romero 6,5 – La quantità di palloni che finiscono nell’area del Venezia è incredibile, anche lui serve a dare sicurezza al reparto. Il terreno e la palla sono viscidi, quindi evita qualche presa che poteva dare più tranquillità per non rischiare frittate.

Mazzocchi 6,5 – Prestazione importante in fase offensiva e difensiva, permette al Venezia di distendersi dopo le folate avversarie e dietro concede il minimo sindacale in una gara di sofferenza.

Caldara 7,5 – Se il Venezia la vince è merito soprattutto del pacchetto centrale, con Caldara e Ceccaroni che chiudono qualsiasi imbucata o cross arrivi dalle parti di Arnatuovic, Barrow e Santander. La prestazione è per entrambi di altissimo livello con pochi distinguo.

Ceccaroni 7,5 – Come sopra, il Ministro della Difesa del Venezia anche stavolta timbra il cartellino.

Haps 6 – Ogni tanto sembra un attimino perdersi da solo in un bicchiere d’acqua, per il resto è la solita gara solida, anche se il Venezia vorrebbe anche rivedere le sue sgroppate, che oggi arrivano con il contagocce.

Busio 6,5 – Non è la solita gara dallo spessore enorme per l’americano, ma alla fine cresce a lungo andare trovando un po’ le misure. Con una buona dose di fortuna, ma l’assist per Okereke è suo (dall’80’ Modolo sv)

Vacca 6 – Ritorna al centro delle operazioni e dirige diligentemente il palleggio del Venezia, permettendo ai suoi di non schiacciarsi troppo davanti alle folate avversarie (dal 59’ Tessmann 6,5 – Entra in campo con il giusto piglio mettendoci energia e sfiorando il gol nel finale, ottimo Skorupski che gli dice di no).

Ampadu 6 – Gara di grande sofferenza, dove deve inseguire tanto gli avversari per impedire alla barca di fare acqua. Alla fine riesce a essere spesso al posto giusto.

Aramu 5,5 – Trova un paio di suggerimenti interessanti per innescare i compagni in contropiede, ma poco altro, prova a fare il solito movimento andando dal centro all’esterno per aprire la difesa avversaria, ma con poco successo (dal 59’ Kiyine 6,5 – Entra nel momento di maggior sofferenza, nel finale pesca un paio di assist che potevano portare il Venezia sul doppio vantaggio).

Okereke 7 – Gara in cui non sembra essere molto presente l’ex Bruges. Cerca qualche ripartenza, ma sembra un po’ spaesato dalla presenza in contemporanea di Johnsen e Aramu, tridente in cui non ha giocato spesso. Poi nella ripresa cresce e ha il merito di farsi trovare al posto giusto per la zampata (dall’80’ Peretz sv)

Johnsen 5,5 – Rientra dopo l’infortunio patito contro la Fiorentina, è una gara complicata per gli attaccanti del Venezia perché di palloni ne vedono pochi. Prova un paio di volte a far valere il suo talento in ripartenza, ma senza grossi sussulti (dal 54’ Henry 6 – Prestazione dai due volti, entra per far salire la squadra, ma ci riesce solo dopo il vantaggio firmato da Okereke, poi fa tantissimo a sportellate permettendo ai Leoni di soffrire un po’ meno. Fallisce un’ottima chance nel finale).