Reggina-Venezia, PAGELLE, Bocalon decide il match, Cringoj non c'è

14.12.2020 23:43 di Giuseppe Malaguti Twitter:    Vedi letture
Reggina-Venezia, PAGELLE, Bocalon decide il match, Cringoj non c'è
TuttoVeneziaSport.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nella dodicesima giornata di Serie B il Venezia passa al Granillo per 2-1 con la Reggina. Dopo la rete del primo tempo di Lafferty, rispondono nel finale di gara Aramu e Bocalon che ribaltano il risultato per la gioia di Zanetti e il popolo lagunare.

Le pagelle degli arancioneroverdi:

LEZZERINI 6: Incolpevole sulla rete di Lafferty. Partita senza grossi pericoli. Molto attento nella tonnara finale.

MAZZOCCHI 6: tra i migliori in un primo tempo molto complicato per tutta la squadra.

CREMONESI 5,5: probabilmente qualche responsabilità nel gol di Lafferty, Nel complesso un passo indietro rispetto al match con il Monza.

SVOBODA 6,5: entra in campo nella ripresa con grande personalità.

CECCARONI 6: guida la difesa in una serata non semplice e lo fa con la solita efficacia.

FELICIOLI 5,5: troppo timido rispetto a quello visto ad inizio stagione.

VACCA 7: stoico e grande leader. Il regista del Venezia è ovunque, lotta su ogni pallone, ma dà anche qualità e geometrie alla sua squadra. Come detto in una serata -almeno nel primo tempo- non semplice si prende sulla spalle i lagunari.
 
MALEH 5: tanta confusione e stranamente poca qualità lui che ne ha da vendere.

ARAMU 7: entra ad inizio ripresa; ancora un gol bellissimo quanto decisivo.

CRNIGOJ 5: sbaglia tanto, appoggi e scelte. Mai in partita.

FIORDILINO 6: molto più utile del compagno sloveno a cui è subentrato.

CAPELLO 6: si batte con il solito impegno. Nel secondo tempo torna a fare l’interno di centrocampo.

BOCALON 7: entra in luogo di Capello al 75’ e decide la partita. Un gol da vero attaccante.  

JOHNSEN: 5 partita difficile per il norvegese. Zanetti lo mette a destra, ma di fatto non incide minimamente. Giusto cambiarlo con Di Mariano.

DI MARIANO 6,5 entra bene in gara, soprattutto nel finale di gara decisive le sue sgroppate sulla fascia sinistra.

FORTE 5,5: per la prima volta gioca una brutta partita. Capita anche ai grandi bomber.