Treviso-Reyer, le pagelle: Tonut domina la scena, Vidmar determinante

03.01.2021 21:53 di Daniele Morbio   Vedi letture
© foto di Umana Reyer Venezia
Treviso-Reyer, le pagelle: Tonut domina la scena, Vidmar determinante

Successo fondamentale per la Reyer Venezia nel derby contro la De'Longhi Treviso: il finale 86-88 è frutto di una rimonta sontuosa messa in piedi nell'ultimo quarto, dopo esser piombati a -7 al 30' (71-64). Un parziale iniziale di 0-13 ha rovesciato l'inerzia tra 31' e 33' ed ha costretto ad una difficoltosa rimonta gli uomini di Max Menetti. Con il successo maturato al Palaverde la squadra oro-granata è tornata in piena corsa per le F8, piazzandosi al quinto posto momentaneo. Ecco le pagelle della squadra allenata da coach Walter De Raffaele:


Davide Casarin 6,5: un paio di ingenuità in palleggio, per il resto offre una prestazione di grinta, energia, aggressività e mentalità. Non veniva da un momento facile, la reazione offerta nel derby dà fiducia.


Julyan Stone 7: ci mette un po' ad entrare in clima derby, fa qualche fesseria in fase offensiva e non sembra troppo in sintonia. Il resto della sua partita è tutto in crescendo, tra difesa, energia, rimbalzi e qualche assist ben piazzato. Chiude con 6 punti e 9 rimbalzi, oltre a 18 di valutazione.


Michael Bramos 6: non un'ottima partita del greco. Sbaglia 4 triple su 5 tentate, fatica in difesa per 30', poi alza i giri del motore e si mette in partita. 7 punti importanti, può fare meglio ma porta il suo mattoncino.


Stefano Tonut 9: Nel primo tempo sembra più un Treviso vs Tonut (21 punti!!!), nella ripresa ne mette "solo" 6, ma tutti fondamentali. Devastante nelle accelerazioni, energico da far paura, smazza 7 assist e mette insieme una partita totale. MVP senza se e senza ma: dopo la deludente prova contro la EFFE deve essersi discretamente riscattato.


Austin Daye 7: nel primo tempo fatica troppo in entrambe le fasi, il terzo quarto è da Chi l'ha visto, poi.... il vero Austin Daye prende in mano la situazione e segna una serie di canestri fondamentali, oltre che difficilissimi. A sua discolpa il fatto che non stava proprio bene.


Andrea De Nicolao 5,5: non bene oggi "De Nic": fatica tantissimo al tiro e non riesce a mettere in ritmo i compagni con palloni persi piuttosto sanguinosi. Nel finale si riscatta con un paio di giocate buone, ma sa fare molto meglio.


Luca Campogrande ng: 2' in campo, niente da dire. 


Gasper Vidmar 7,5: sfiora la doppia cifra. Il gigante sloveno offre una prova straordinaria in entrambe le fasi, tra difese, blocchi e giocate da gran giocatore nei pressi del ferro. La differenza fisica con i lunghi trevigiani è imbarazzante. Una delle migliori prove da quando è in laguna. Non è un caso se quando la Reyer è spalle al muro De Raffaele si affida al suo numero 14.


Jeremy Chappell 6: non gioca molto, ma offre una prova solida e concreta nei pochi minuti sul parquet. Da segni di ripresa dopo un periodo piuttosto complicato. Con l'arrivo di Wes Clark ormai fatto è il primo indiziato a restar fuori dai 12, ma può essere utile.


Lorenzo D'Ercole ne


Bruno Cerella ne


Mitchell Watt 7,5: Giganteggia per atletismo e tecnica nei pressi del ferro. Il benvenuto a Mekowulu è una pazzesca schiacciata in rovesciata dopo aver preso la linea di fondo in palleggio. La sfida con il centro trevigiano è di alto livello, ma il numero 50 offre una prestazione davvero solidissima. In netta ripresa, senza discussioni.


Walter De Raffaele 7: la sua squadra gioca 20' solidi in attacco e piuttosto faticosi in difesa, chiudendo a -2 con un gran Tonut. Dopo un terzo quarto non semplice e spalle al muro ritrova i suoi uomini. Vidmar, Watt, Stone, Daye, Bramos, i senatori non tradiscono e piazzano un break vincente che avvicina la sua Reyer alla Coppa Italia. L'atteggiamento oggi è stato quello giusto.


Reyer 7: spalle al muro a -7 al 30' trova la reazione da grandissima squadra. Magari non solida in difesa come - invece - spesso è successo, però nel momento importante della partita ha lottato con cuore, grinta ed energia. Verranno tempi migliori, ma i segnali di oggi sono positivi.